10 Attrazioni turistiche più importanti a Marrakech

Un tempo una delle capitali imperiali del Marocco, Marrakech (Marrakesh) è una città esotica che attira i visitatori con il suo fascino marocchino, sia che i viaggiatori arrivino in espresso o che visitino la città con il pensiero di Charles Boyer e della sua Kasbah in primo piano, tutti rimarranno incantati da ciò che troveranno. Che si tratti di mercanteggiare un affare in un souk o di guardare un incantatore di serpenti all’opera, questa città nordafricana medievale troverà sempre qualcosa di nuovo per tentare i visitatori con.Una panoramica delle principali attrazioni turistiche di Marrakech:

I migliori tour organizzati

  • Montagne dell’Atlante, Tour privato delle Tre Valli da Marrakech – 334 recensioni
  • Atlas Mountains and 4 Valleys Guided Day Tour da Marrakech – 286 recensioni
  • Atlas Mountains Hot Air Balloon with Camel Ride da Marrakech – 188 recensioni
  • Desert Agafay and Atlas Mountains Berber Villages Day Trip da Marrakech – 154 recensioni

10. Giardini della Menara

I giardini della Menara sono popolari sia tra la gente del posto che tra i visitatori, in quanto offrono un luogo fresco per sfuggire al caldo delle roventi giornate estive di Marrakech. Lo scopo originale dei giardini del XII secolo era quello di fornire un luogo per rinfrescarsi e far crescere i raccolti. Un buon posto per vedere i giardini è dal padiglione o minzeh, un tempo usato da un sultano e dalla sua famiglia, che si affaccia sulla piscina.

9.Tombe Saadiane

La Tomba Saadiana è stata usata come luogo di sepoltura per la nobiltà e la nobiltà per un paio di secoli a partire dalla metà del 16° secolo.l’ultima sepoltura è avvenuta nel 1792, e poi le tombe sono state trascurate, fino a quando sono state riscoperte nel 1917. Le tombe sono composte da due mausolei principali dove sono sepolte 66 persone, mentre altre 100 sono sepolte nei giardini, con le loro lapidi ricoperte di piastrelle.gli edifici sono imponenti, semplici in alcuni luoghi e altamente decorativi in altri.

8.Palazzo El Badi

Il Palazzo El Badi può essere oggi in rovina, ma una volta era un palazzo decorato che era finanziato da un riscatto pagato dai portoghesi dopo la battaglia dei Re Magi a metà del XVI secolo. Durante i 25 anni necessari per la costruzione del palazzo sono stati utilizzati solo i materiali più sontuosi e costosi. L’oro e l’onice sono stati utilizzati in tutto il palazzo, con il sultano che commerciava lo zucchero per il marmo italiano usato nelle colonne. Il palazzo aveva 360 stanze e diversi padiglioni.

7.Moschea della Koutoubia

La Moschea della Koutoubia è un punto di riferimento di Marrakesh, che domina la medina sudoccidentale della città.risalente al XII secolo, la moschea si distingue facilmente perché il suo minareto è alto 77 metri, come la più grande moschea di Marrakesh.mentre altre strade possono portare tutte a Roma, a Marrakesh conducono alla moschea. Durante l’occupazione francese, la moschea è stata usata come punto centrale della rete di strade. La moschea di pietra rossa ha sei stanze, una sopra l’altra, così progettate per impedire alle persone che si trovano sul minareto di guardare l’harem del re.I non musulmani non sono ammessi all’interno.

6.Palazzo Bahia

I migliori lavoratori del Marocco hanno impiegato 60 anni per costruire il Palazzo Bahia, che si trova nella medina o nel vecchio quartiere di Marrakesh. La collezione di una grande casa e di diverse piccole case in un palazzo valeva certamente l’attesa. Costruito nel XIX secolo per un grande visir, incorpora il meglio delle influenze islamiche e marocchine. Il palazzo oggi riceve visitatori statali in Marocco. Poiché è un edificio governativo funzionante, non tutte le stanze sono aperte al pubblico, ma alcune di quelle che lo sono includono i quartieri dell’harem e i giardini.

5.Jardin Majorelle

Quando è il momento di rilassarsi nella frenetica Marrakech, i viaggiatori esperti si dirigono verso il Jardin Majorelle, un’oasi di bellissimi fiori, verde lussureggiante e patii dove i visitatori possono sedersi e rinfrescare i loro sensi.Il giardino prende il nome dal pittore francese Jacques Majorelle, che lo ha creato per 40 anni dopo essersi trasferito in Marocco. Dal 1980 il giardino è di proprietà di Yves Saint-Laurent e Pierre Bergé.il giardino è piccolo per alcuni standard, ma è squisitamente progettato con piante esotiche, fontane e sentieri serpeggianti, il tutto con l’obiettivo di ricordare ai visitatori alcuni aspetti del Marocco.

4.Ben Youssef Madrasa

Ben Youssef Madrasa era una volta un collegio teologico dedicato all’insegnamento del Corano. Un tempo era il più grande centro di apprendimento del Nord Africa e ospitava fino a 900 studenti alla volta. La madrasa è incentrata su un ampio cortile, con un’aula di preghiera riccamente decorata sul retro. Ora è un sito storico, la madrasa è caratterizzata da un’architettura particolare, che ricorda l’Alhambra in Spagna, e le iscrizioni in arabo si trovano in tutto il complesso. I visitatori dicono che vale la pena visitare i mosaici e l’architettura del XIV secolo.

3.Medina

L’antica medina di Marrakech è piena di stretti passaggi che si intrecciano e di negozi locali pieni di carattere.la medina è anche il luogo in cui soggiornare in un Riad, una casa marocchina con un cortile interno. La maggior parte delle finestre sono rivolte verso l’interno, verso l’atrio centrale. Questo design si adatta alla tradizione islamica, poiché non c’è un’evidente dichiarazione di ricchezza all’esterno, non ci sono finestre per sbirciare. La città ha cinque souk principali, ognuno dedicato a un unico prodotto: uno per i tappeti e un altro per le tradizionali pantofole di cuoio marocchine, chiamate babouches; si noti che le pantofole di colore giallo brillante sono destinate agli uomini; un terzo centro si occupa della lavorazione dei metalli, mentre un altro vende una profumata gamma di spezie; il Mellah o Jewish Quarter non è un vero e proprio souk, ma è un buon posto per acquistare tessuti, rifiniture e nozioni. Ci si aspetta un mercanteggiamento; gli acquirenti dovrebbero iniziare il loro prezzo iniziale a non più della metà di quello che il commerciante cerca.

1.Djemaa el Fna

Djemaa el Fna, che si trova nella medina, è la piazza principale della città, nonché l’attrazione turistica più popolare di Marrakech.è anche un mercato, dove i viaggiatori possono comprare succo d’arancia o guardare un incantatore di serpenti al lavoro. Con l’avanzare della giornata, gli incantatori di serpenti sono affiancati da ballerini e maghi tradizionali, che vengono sostituiti da bancarelle di cibo.da un lato c’è un souk che vende generi di prima necessità, dall’altro gli alberghi.La colorata piazza del mercato può essere familiare agli spettatori, dato che è stata descritta nel film di Hitchcock, The Man Who Knew Too Much.