10 incredibili monasteri buddisti

Il monachesimo è una delle istituzioni più fondamentali del buddismo.I monaci e le monache sono responsabili della conservazione e della diffusione degli insegnamenti buddisti, così come dell’educazione e della guida dei seguaci buddisti. I monasteri buddisti sono nati dalla pratica della vassa, il ritiro intrapreso dai monaci e dalle monache buddiste durante la stagione delle piogge dell’Asia meridionale. Questi monasteri si sono gradualmente sviluppati in centri di apprendimento dove sono stati sviluppati e discussi i principi filosofici.

10.Yumbulagang

Secondo una leggenda Yumbulagang fu il primo edificio in Tibet e il palazzo del primo re tibetano, Nyatri Tsenpo.il suo nome significa «Palazzo della Madre e del Figlio» in tibetano.sotto il regno del 5° Dalai Lama il palazzo divenne un monastero della scuola Gelugpa. Purtroppo è stato pesantemente danneggiato e ridotto ad un solo piano durante la rivoluzione culturale, ma è stato ricostruito nel 1983.

9.Monastero di Erdene Zuuu

Il monastero di Erdene Zuuu è probabilmente il più antico monastero buddista sopravvissuto in Mongolia, costruito nel 1585 da Abtai Sain Khan, in occasione dell’introduzione del buddismo tibetano in Mongolia. Il numero 108, essendo un numero sacro del buddismo, è stato probabilmente previsto, ma non è mai stato raggiunto. Sotto il regime comunista Erdene Zuuu ha potuto esistere solo come museo. Tuttavia, dopo la caduta del comunismo in Mongolia nel 1990, il monastero è stato consegnato ai lama e Erdene Zuuu è diventato di nuovo un luogo di culto.

8. Il monastero è stato costruito nel 1585 da Abtai Sain Khan. Il monastero di Ganden

Il monastero di Ganden è uno dei «tre grandi» monasteri universitari del Tibet, situato in cima alla montagna di Wangbur a 4.300 metri di altitudine; gli altri due sono il monastero di Sera e il monastero di Drepung; essendo il più lontano da Lhasa dei tre monasteri universitari, Ganden aveva tradizionalmente una popolazione più piccola, con circa 6.000 monaci all’inizio del XX secolo. Nel 1959 il monastero fu completamente distrutto dalle Guardie Rosse e il corpo mummificato di Tsongkhapa, il fondatore del monastero, fu bruciato.

7.Key Gompa

Il monastero di Key Gompa o Ki è un monastero buddista tibetano millenario, situato in cima a una collina a 4.166 metri di altitudine nella valle di Spiti. Si dice che il villaggio di Kibar, sotto il monastero, sia il più alto villaggio dell’India. Il monastero è stato attaccato molte volte durante la sua lunga storia da eserciti mongoli e di altri eserciti ed è stato anche devastato da incendi e terremoti. Le successive tracce di distruzione e restauri hanno portato a una costruzione a forma di scatola, e il monastero sembra una fortezza, dove i templi sono costruiti uno sopra l’altro.

6. Tempio di Lama

Il Tempio di Lama (Tempio di Yonghe/Palazzo della Pace e dell’Armonia), situato nella parte nord-orientale di Pechino, è uno dei più grandi monasteri buddisti tibetani del mondo. Il tempio è stato costruito dagli imperatori cinesi che hanno esercitato un profondo fascino per la versione tibetana del buddismo.Nel corso degli anni, molti monaci tibetani e mongoli hanno vissuto e insegnato qui, e ci sono ancora oggi monaci in residenza.Il tempio contiene una statua di Maitreya Buddha alta 26 metri (85 piedi) scolpita da un unico pezzo di legno di sandalo bianco.

5.Monastero di Thikse

Il monastero di Thikse è un monastero buddista tibetano della setta del Cappello Giallo, noto per la sua somiglianza con il Palazzo del Potala a Lhasa, situato a 3.600 metri di altitudine nella valle dell’Indo in India. Si tratta di un complesso di 12 piani che ospita molti oggetti d’arte buddista come stupa, statue e dipinti murali. Uno dei principali punti di interesse è il Tempio Maitreya che è stato installato per commemorare la visita del 14° Dalai Lama al monastero di Thikse nel 1970.

4.Punakha Dzong

In piedi maestosamente su un’isola tra la confluenza dei fiumi Pho Chhu e Mo Chhu, Punakha Dzong è uno dei dzong più fotogenici di tutti gli antichi dzong del Bhutan. Il Punakha Dzong, come qualsiasi altro dong, serve a diversi scopi, tra cui la protezione della regione, una sede amministrativa per il governo e come sede invernale del corpo monastico. È unito alla terraferma da un ponte di legno ad arco, e contiene molte preziose reliquie dei giorni in cui i re successivi re regnavano nel regno da questa valle.

3.Taung Kalat

Costruito in cima a un vulcano spento, il monastero buddista di Taung Kalat è uno dei luoghi più mozzafiato della Birmania.Per raggiungere il monastero, i visitatori devono salire i 777 gradini che portano alla cima. Dalla cima di Taung Kalat si può godere di una vista panoramica: si può vedere l’antica città di Bagan e l’imponente e solitaria cima conica del Monte Popa, il vulcano che ha causato la creazione della spina vulcanica. Taktsang Dzong

Situato sul bordo di una scogliera di 900 metri (3.000 piedi), il monastero di Taktsang o Nido della Tigre crea uno spettacolo impressionante, ed è il simbolo non ufficiale del Bhutan. Secondo una leggenda, Guru Rinpoche volò in questo luogo dal Tibet sul dorso di una tigre e Taktsang fu consacrato per domare il demone della tigre. Il primo monastero fu costruito solo nel 1692. Nel 1998 un tragico incendio distrusse la maggior parte degli edifici originali, ma da allora questi sono stati accuratamente riportati al loro antico splendore.

1.Hanging Monastery

Appollaiato precariamente a metà strada su una scogliera a circa 75 metri da terra, l’Hanging Monastery è uno dei luoghi più notevoli della Cina. Composto da un complesso di 40 stanze collegate tra loro da corridoi a mezz’aria e passerelle, questo notevole monastero sembra essere incollato al lato di un precipizio a strapiombo. Il nome ‘appeso’ può essere fuorviante, anche se in realtà è sostenuto da trampoli piuttosto che costruito in una scogliera. Il monastero è stato costruito nel 5° secolo ed è stato appeso qui per 1500 anni.Nel corso della sua lunga storia molte riparazioni e ampliamenti hanno portato alla sua scala attuale.

Ir arriba