10 Mausolei più famosi del mondo

La Tomba di Mausolo, era una tomba costruita ad Alicarnasso per Mausolo, un governatore dell’Impero Persiano. La struttura era considerata un tale trionfo estetico che Antipater di Sidone la identificò come una delle sue Sette Meraviglie del Mondo Antico. Da allora la parola mausoleo è stata usata genericamente per qualsiasi grande tomba e questa top 10 ne presenta alcune tra le più famose. Purtroppo la famosa Tomba di Mausolo non è arrivata in questa lista, è stata danneggiata da un terremoto e alla fine smontata dai crociati europei nel XV secolo.

10.Tomba di Ciro

Ciro il Grande fu il fondatore e il sovrano del vasto Impero persiano nel VI secolo a.C. La tomba di Ciro il Grande è il monumento più importante di Pasargadae, l’antica capitale della Persia nell’Iran moderno. Quando Alessandro saccheggiò e distrusse Persepolis, fece visita alla tomba di Ciro e ordinò a uno dei suoi guerrieri di entrare nel monumento: al suo interno trovò un letto d’oro, una tavola imbandita di bicchieri, una bara d’oro, alcuni ornamenti tempestata di pietre preziose e un’iscrizione della tomba: «Passante, io sono Ciro, che diede ai Persiani un impero, e fu re dell’Asia».Purtroppo, nessuna di queste iscrizioni è sopravvissuta fino ai tempi moderni.

9.Mausoleo di Lenin

Il Mausoleo di Lenin a Mosca è l’attuale luogo di riposo di Vladimir Lenin. Il suo corpo imbalsamato è stato esposto in pubblico fin dall’anno della sua morte, nel 1924. Il corpo richiede un lavoro quotidiano per idratare le caratteristiche e iniettare conservanti sotto i vestiti. Il sarcofago di Lenin è mantenuto a una temperatura di 16 °C (61 °F) e mantenuto a un’umidità dell’80-90 per cento. Ogni diciotto mesi il cadavere viene rimosso e sottoposto a uno speciale bagno chimico. I visitatori non possono fare foto o video, né parlare e fumare nella tomba.

8.Tomba di Humayun

La tomba dell’imperatore Moghul Humayun, fu commissionata da sua moglie nel 1562 d.C. Il mausoleo si trova a Delhi, in India, e si ispira all’architettura persiana; la tomba raggiunge un’altezza di 47 metri (154 piedi). Lo strato esterno della doppia cupola sostiene l’esterno in marmo bianco, mentre la parte interna dà forma al volume interno cavernoso. In contrasto con la cupola esterna di puro bianco, il resto dell’edificio è costituito da pietra arenaria rossa.

7.Castel Sant’Angelo

Il Mausoleo di Adriano, solitamente conosciuto come Castel Sant’Angelo, è un imponente edificio cilindrico a Roma, inizialmente commissionato dall’imperatore romano Adriano come mausoleo per sé e la sua famiglia. Qui furono deposte le ceneri di Adriano un anno dopo la sua morte, avvenuta nel 138, insieme a quelle della moglie Sabina e del suo primo figlio adottivo; in seguito vi furono deposte anche le spoglie degli imperatori successivi, l’ultima deposizione registrata è quella di Caracalla nel 217. L’edificio fu poi utilizzato come fortezza e castello, ed è oggi un museo.

6.Tomba di Jahangir

La Tomba di Jahangir è il mausoleo costruito per l’imperatore Moghul Jahangir che governò dal 1605 al 1627.’, ‘L’interno è impreziosito da affreschi e marmi colorati. L’interno del mausoleo è un sarcofago sopraelevato di marmo bianco, i cui lati sono battuti con fiori di mosaico.

5.Imam Husayn Santuario

Il Santuario di Husayn ibn ‘Ali è situato nella città di Karbala, in Iraq, e sorge sul luogo della tomba di Husayn ibn ‘Ali, secondo nipote di Maometto, vicino al luogo dove fu ucciso durante la battaglia di Karbala. La tomba è uno dei luoghi più sacri per gli sciiti e molti vi si recano in pellegrinaggio. Il muro di cinta del santuario circonda cancelli di legno coperti da decorazioni in vetro. I cancelli si aprono su un cortile separato in 65 stanze più piccole, ben decorate sia dall’interno che dall’esterno. La tomba di Husayn è racchiusa all’interno di una struttura simile a una gabbia, che si trova direttamente sotto una cupola dorata.

4. Mausoleo degli Shirvanshah

Questo mausoleo fa parte del Palazzo degli Shirvanshah, il più grande monumento del ramo Shirvan-Absheron dell’architettura azerbaigiana, situato nella città interna di Baku. Oltre al Mausoleo degli Shirvanshah, il complesso contiene l’edificio principale del palazzo, un piccolo padiglione in pietra, le volte funerarie, una moschea e i resti del bagno. Il mausoleo è di forma rettangolare e coronato da una cupola esaedrica decorata dall’esterno con stelle multiradiali. Il sultano Khalilullah I ha ordinato la costruzione di questa leggera sepoltura per sua madre e suo figlio nel XV secolo.

3.Shah-i-Zinda

Shah-i-Zinda è uno dei più famosi mausolei dell’Asia centrale, situato nella parte nord-orientale dell’Uzbekistan. Il complesso di Shah-i-Zinda è composto da tre gruppi di strutture collegate da passaggi a cupola a quattro archi, i primi edifici risalgono all’XI-XII secolo. Il nome Shah-i-Zinda, «Il re vivente», è legato alla leggenda di Kusam ibn Abbas, cugino del profeta Maometto, secondo il quale fu decapitato, ma prese la testa e andò nel profondo pozzo (Giardino del Paradiso), dove vive ancora oggi.

2.Esercito di terracotta

Il mausoleo del primo imperatore della dinastia Qin (221 a.C.-206 a.C.), che sconfisse con successo tutti gli stati rivali e unificò la Cina, si trova vicino alla città di Xi’an. La tomba dell’imperatore non è stata ancora scavata, ma il suo esercito di terracotta sepolto, riportato alla luce nelle vicinanze, è già diventato una delle principali attrazioni turistiche della Cina. Si stima che nelle tre fosse che contengono l’esercito di terracotta vi fossero oltre 8.000 soldati, 130 carri con 520 cavalli e 150 cavalli di cavalleria, la maggior parte dei quali sono ancora sepolti. La finitura laccata colorata, i singoli tratti del viso e le armi vere e proprie che sono state utilizzate per la fabbricazione di queste figure hanno creato un aspetto realistico: sebbene le armi siano state rubate e la colorazione si sia molto sbiadita, la loro esistenza serve a testimoniare la quantità di lavoro e di abilità necessarie per la loro costruzione.

1.Taj Mahal

Il Taj Mahal di Agra è un immenso mausoleo di marmo bianco, costruito tra il 1632 e il 1653 per ordine dell’imperatore Mogh Jahan in memoria della sua moglie preferita. Il Taj è una delle tombe più ben conservate e architettonicamente più belle del mondo, uno dei capolavori dell’architettura moghul, e una delle grandi meraviglie dell’India.Chiamato «una lacrima sulla guancia dell’eternità», il monumento è in realtà un complesso integrato di strutture.Oltre al mausoleo in marmo bianco a cupola, comprende diversi altri bellissimi edifici, piscine riflettenti e ampi giardini ornamentali con alberi e cespugli fioriti.

Ir arriba