16 Regioni più belle in Polonia

Confina a nord con il Mar Baltico e a sud con una regione molto montagnosa, il paese dell’Europa centrale della Polonia ospita una gamma di paesaggi molto diversificata, con gran parte della pianura nordeuropea.

Mentre in tutto il Paese si possono trovare molte belle campagne, di particolare rilievo sono le bellissime catene montuose di Swietokrzyskie e Beskids, mentre il Distretto dei Laghi Masuriani è anch’esso molto suggestivo, in quanto ospita oltre 3000 laghi scintillanti. Nascosta tra i suoi numerosi habitat si nasconde una ricchezza di fantastiche città e paesi da visitare, con Cracovia e Danzica che vantano alcuni dei più bei centri storici d’Europa.

La Grande Polonia (Wielkopolskie)

Situata nella parte centrale occidentale del paese, la Grande Polonia è piena di storia. Molte delle sue città hanno un’atmosfera germanica, poiché la regione è stata governata dalla Prussia e dall’Impero Tedesco per tutto il XIX secolo.

In quanto tale, c’è un interessante mix di stili architettonici in mostra. Poznan, la capitale della regione, e Gniezno sono due delle attrazioni turistiche più popolari per via dei monumenti, delle chiese e dei musei che vantano, insieme alle loro spettacolari città antiche.

Anche se l’affascinante campagna è costituita principalmente da un’infinità di terreni agricoli con pittoreschi villaggi sparsi qua e là, ci sono alcune fantastiche sacche intatte di natura da visitare; i laghi della Grande Polonia nel Parco Nazionale di Wielkopolski sono una delle sue principali attrazioni.

Kuyavia-Pomerania (Kujawsko-Pomorskie)

Situata nella metà nord della Polonia, questa meravigliosa parte del paese è costituita dalle due regioni storiche di Kujawy e Pomorze, che vantano una serie di maestosi castelli medievali, fortezze fatiscenti e città antiche di una bellezza mozzafiato.

Mentre città storiche come Bydgoszcz, Torun e Chelmno sono alcuni dei luoghi più popolari da visitare nella regione grazie alle loro belle città antiche, Kuyavia-Pomerania ha in realtà un sacco di grande natura, con dolci colline e fiumi scintillanti che tagliano il suo patchwork di terreni agricoli.

Essendo la regione un tempo governata da vari stati tedeschi, a Kuyavia-Pomerania esiste un patrimonio culturale unico nel suo genere; questo è esposto in città come Biskupin – che ospita anche alcuni interessanti siti archeologici – e Ciechocinek, una famosa città termale.

La Piccola Polonia (Malopolskie)

Confinante con la Slovacchia nel sud del Paese, la Piccola Polonia è la regione più visitata dai turisti. Non è difficile capire perché, essendo sede dei bellissimi Monti Tatra, della storica città di Cracovia e dell’agghiacciante campo di concentramento nazista-germania di Auschwitz.

Con sei parchi nazionali sparsi in tutta la regione, la Piccola Polonia è sommersa da paesaggi mozzafiato, e montagne gloriose si innalzano ovunque si guardi; le catene montuose dei Beskid, del Giura e dei Tatra fanno parte del suo territorio.

Mentre il fantastico centro storico di Cracovia (la seconda città più grande della Polonia) e l’oscuro Memoriale e Museo di Auschwitz sono i luoghi più visitati, la regione ha molti altri luoghi interessanti da visitare, con le miniere di sale di Wieliczka e la stazione termale di Rabka-Zdroj che vale la pena visitare.

Lodz (Lodzkie)

Centrata intorno a Lodz, la terza città più grande della Polonia, questa bellissima regione si trova nella Pianura polacca centrale, non lontano dalle montagne di Swietokrzyskie.

Nonostante gran parte del suo territorio sia abbastanza urbanizzato e industrializzato, ci sono delle belle sacche di natura da godere, con i suoi parchi paesaggistici di Lodz Hills, Przedborz, e Sulejow particolarmente piacevoli da esplorare.

Mentre la vivace città di Lodz con tutta la sua incredibile architettura industriale del XIX secolo è l’attrazione principale, sia Piotrkow Trybunalski che Lowicz con le sue due belle piazze del mercato meritano di essere visitate.

Bassa Slesia (Dolnoslaskie)

La Bassa Slesia, nella Polonia sud-occidentale, vanta certamente un’incredibile varietà di paesaggi.

In parte grazie alla sua vicinanza sia alla Cecenia che alla Germania, la regione è stata governata in passato sia dalla Boemia che dalla Prussia. Il meglio di tutto ciò è esposto in città come Breslavia, Boleslawiec e Swidnica, che vantano molte attrazioni storiche interessanti e punti di riferimento culturali.

Con una natura incontaminata da percorrere a piedi o in bicicletta nei parchi nazionali di Karkonosze e Stolowe Mountains, la Bassa Slesia offre una perfetta combinazione di storia, cultura, natura e attività all’aria aperta. La sua pletora di fantastiche città termali sono un’altra ragione per cui è una delle regioni più visitate della Polonia.

Lublino (Lubelskie)

Confinante con la Bielorussia e l’Ucraina nella parte orientale della Polonia, Lublino è una parte molto verde e pittoresca del paese.la sua incredibile fauna selvatica è meglio vista nel Parco Nazionale di Poleski e nel Parco Nazionale di Roztocze.

Dato che un tempo la regione aveva una popolazione ebraica consistente, ci sono molti tour del patrimonio ebraico che portano i visitatori in giro per le sue numerose città storiche e punti di riferimento culturali; questi includono un viaggio nel triste e cupo Belzec, un campo di sterminio della Germania nazista dove molti dei residenti di Lublino sono tragicamente finiti.

Tra le sue numerose città e villaggi, i centri storici ben conservati di Lublino, la città barocca di Chelm e Zamosc con la sua meravigliosa architettura rinascimentale sono la scelta del gruppo.

Lubusz (Lubuskie)

Situata nella parte occidentale del paese, al confine con la Germania, Lubusz è immersa in un paesaggio incantevole: boschi e laghi bellissimi punteggiano i suoi pittoreschi paesaggi, mentre a sud si trovano molti vigneti e cantine.

Fa parte della regione storica del Lubusz Land, la sua capitale storica omonima si trova in realtà al di là del confine in Germania, dove è conosciuta come Lebus. Il fiume Oder separa i due territori e i due paesi. Mentre questa linea è stata decisa nel 1945, il confine e la regione sono cambiati di mano numerose volte nel corso dei secoli, così le sue città mostrano un delizioso mix di cultura tedesca, polacca e ceca.

Mentre Lubusz è piuttosto scarsamente popolata, Gorzow Wielkopolski e Zielona Gora, le sue due città più grandi, meritano una visita, con quest’ultima nel cuore della sua fantastica regione vinicola.

Masovia (Mazowieckie)

Mentre la maggior parte dei visitatori di Masovia nella Polonia centrale raramente guardano oltre la capitale della nazione e la più grande città di Varsavia, c’è sicuramente molto da vedere nella campagna circostante, con magnifiche rovine di castelli gotici che si trovano a Ciechanow e un bel centro medievale antico a Plock.

La natura abbonda anche a Masovia; i suoi bellissimi parchi paesaggistici ospitano molte belle foreste, laghi e fiumi, con il parco paesaggistico di Bug Landscape Park, il parco paesaggistico di Kozienice e il parco nazionale di Kampinos che è particolarmente impressionante.

Varsavia, naturalmente, è un must da vedere quando si è in Polonia.», ‘La vivace capitale vanta molte attrazioni storiche interessanti, l’enorme Palazzo della Cultura e della Scienza e la vivace vita notturna, con il suo centro storico ricostruito è solo una delle tante attrazioni.

Opole (Opolskie)

Essendo stata governata da tutti, dai polacchi e prussiani agli Asburgo austriaci, non deve sorprendere che Opole sia ricca di affascinanti monumenti storici e punti di riferimento culturali da visitare.

La città di Opole sul fiume Odra, la città medievale di Nysa e la città rinascimentale di Brzeg sono tra le sue attrazioni principali. L’elegante castello di Moszna è la scelta del gruppo.

Mentre alcune parti di Opole sono molto boscose, gran parte del suo territorio è costituito da terreni coltivabili, con alcuni paesaggi mozzafiato che si trovano nel parco paesaggistico delle montagne Opawskie.

Podlaskie (Podlaskie)

Situato nel nord-est della Polonia, vicino alla Lituania e alla Bielorussia, Podlaskie è una parte del paese meravigliosamente selvaggia e remota da visitare, con le sue vaste foreste che le hanno valso il titolo di «polmoni verdi della Polonia».

Questo soprannome è molto appropriato se si considera il fatto che nel suo territorio scarsamente popolato ci sono 88 riserve naturali, oltre a ciò i suoi quattro parchi nazionali proteggono e preservano foreste incontaminate che ospitano ogni tipo di fauna selvatica. Oltre a linci bisonti, alci e lupi, si possono trovare una pletora di specie di uccelli.

Anche se non è noto per le sue città, alcuni bellissimi palazzi, chiese e sinagoghe sono disseminati qua e là, con Bialystok e Tykocin che ospitano molti monumenti impressionanti e vecchi edifici.

Pomerania (Pomorskie)

La Pomerania nel nord del paese è una destinazione turistica di prim’ordine, con molte città di mare e villaggi di pescatori da visitare.

Le due città più grandi di Danzica e Gdynia sono piene di cose da vedere e da fare. La prima è rinomata per il suo centro storico gotico, rinascimentale e barocco, che ha portato molti a definirla una delle città più belle d’Europa.

Visitare la lunga e stretta penisola di Hel è semplicemente un must quando si è in Pomerania, poiché si è circondati da entrambi i lati da acque scintillanti e spiagge deliziose, mentre le dune più grandi d’Europa si trovano nel Parco Nazionale Slowinski.

Slesia (Slaskie)

Situata nel sud della Polonia, la Slesia è una regione molto storica, anche se la maggior parte del suo territorio è stato ormai diviso tra le regioni circostanti in Polonia, con una parte di esso si trova oltre il confine in Germania e in Cecenia.

In Slesia si possono praticare l’arrampicata su roccia negli altipiani del Giurassico polacco, sciare nella catena montuosa dei Beskid della Slesia a Szczyrk e Brenna, oppure fare escursioni lungo il Sentiero dei Nidi d’Aquila, fermandosi in uno qualsiasi dei 25 castelli medievali che si trovano lungo il percorso.

La regione più popolata della Polonia ha molte città e paesi fantastici da visitare.Sia Katowice che Bielsko-Biala sono molto interessanti da esplorare, con Czestochowa che è uno dei luoghi di pellegrinaggio più importanti al mondo per i cattolici romani.

Subcarpazia (Podkarpackie)

La regione più a sud-est del paese, la Subcarpazia è ricca di montagne maestose, con le catene montuose di Beskid e Bieszczady che la attraversano. Si trova anche ai piedi dei Carpazi.

Per questo motivo, nelle sue montagne e nelle sue valli si possono fare molte belle escursioni, mentre l’arrampicata su roccia è molto popolare, e alcune parti della regione sono tra le più selvagge e remote d’Europa.

Mentre Rzeszow sul fiume Wislok è la città più grande e la capitale della Subcarpazia, c’è molto altro da vedere, con Jaroslaw e Krosno che attraggono entrambi la loro quota di visitatori.

Provincia della Santa Croce (Swietokrzyskie)

Prende il nome dalla bellissima catena montuosa di Swietokrzyskie che la attraversa.

Tra i suoi incantevoli paesaggi si nascondono molti centri di cura e città termali, tra cui Busko-Zdroj è la più famosa di tutte: il paesaggio mozzafiato che vi accoglie ovunque andiate ne fa un sogno per gli amanti della natura.

Mentre la sua natura incontaminata è il motivo per cui molti vengono qui, la storia si mostra anche nel castello e nel palazzo di Kielce, che è un vero e proprio capolavoro, e anche la città medievale e rinascimentale di Sandomierz vale la pena di essere visitata.

Warmia-Masuria (Warminsko-Mazurskie)

Con l’enclave russa di Kaliningrad a nord e la Pomerania con Danzica a ovest, la regione settentrionale di Warmia-Masuria ha solo una piccola costa sulla baia di Puck, separata dal Mar Baltico aperto dalla penisola di Hel.

La regione, tuttavia, è rinomata per i suoi numerosi laghi; ce ne sono oltre 3000 da visitare, con nuoto, vela e pesca, tutte attività molto popolari.

Tra i suoi numerosi corsi d’acqua e i suoi laghi scintillanti si trovano alcune città e cittadine affascinanti: il centro gotico di Olsztyn e il pittoresco Mikolajki sono luoghi di ritrovo molto frequentati e quest’ultimo funge da porta d’accesso alla zona dei Grandi Laghi Masuri.

Pomerania occidentale (Zachodniopomorskie)

Situata nell’angolo nord-ovest della Polonia, la Pomerania occidentale ospita una bellissima costa del Mar Baltico, costellata di meravigliose spiagge; molti laghi e foreste si trovano anche nella regione.

Essendo una delle zone più verdi del paese, la Pomerania occidentale attira folle di turisti. Le sue città e i suoi paesi mostrano una meravigliosa gamma di stili architettonici, con edifici gotici, barocchi e rinascimentali in mostra.