10 I più spettacolari templi romani antichi

I templi romani, pur essendo legati alla forma del tempio greco nella progettazione generale e nell’uso degli ordini, rappresentano una categoria a parte della forma del tempio: I templi romani furono costruiti su un altopiano sopraelevato con una scala frontale, mentre i templi greci si trovavano su una base di tre gradini (uno stilobate).I romani aggiunsero anche due nuovi ordini all’architettura dei templi romani: l’ordine toscano e l’ordine composito.

Una panoramica dei più sorprendenti antichi templi romani che si possono trovare durante un antico tour romano in giro per il Mediterraneo.

10.Tempio di Augusto e Livia

Il Tempio di Augusto e Livia, costruito alla fine del I secolo a.C., sopravvive oggi praticamente intatto nella città di Vienne, in Francia. Molto simile al famoso tempio romano Maison Carrée di Nîmes, il tempio di Vienne era originariamente dedicato ad Augusto. Nel 41 d.C. l’antico tempio romano fu ridedicato alla moglie Livia da suo nipote Claudio, l’imperatore romano nato nella vicina Lione.

9.Tempio di Zeus ad Aizanoi

Aizanoi, è stato abitato dal 3000 a.C. e si è arricchito sotto l’Impero Romano attraverso la produzione di lana, grano e vino. La struttura più imponente di Aizanoi, il Tempio di Zeus, è il tempio romano meglio conservato di tutta l’Anatolia ed è stato costruito nel II secolo d.C. Il denaro necessario per la costruzione del tempio è stato raccolto affittando i terreni intorno al tempio. Tuttavia, i confini delle terre del tempio non erano chiari, e coloro che le lavoravano si rifiutavano di pagare le tasse che l’imperatore Adriano risolveva la disputa e copie delle lettere che erano di tale importanza per la città sono state successivamente incise sulle mura del tempio.

8.Dougga Capitol

Situata nel nord della Tunisia, Dougga è talvolta definita «la cittadina romana meglio conservata del Nord Africa». Tra i monumenti più famosi del sito vi sono un mausoleo punico-libico, il teatro e la capitale: Ha una dedica secondaria al benessere degli imperatori Lucio Verus e Marco Aurelio.

7.Tempio del Garni

Dedicato ad Elio, il dio romano del sole, il tempio del Garni in Armenia fu costruito dal re armeno Trdate I nel I secolo dopo Cristo. La costruzione fu probabilmente finanziata con il denaro che il re ricevette dall’imperatore romano Nerone in cambio del sostegno militare contro l’impero partico. Il tempio del Garni contiene 24 colonne ioniche poggiate su un podio sopraelevato e, a differenza di altri templi greco-romani, è realizzato in basalto; nel 1679 un terremoto distrusse completamente l’antico tempio romano e rimase in rovina fino alla sua ricostruzione negli anni Settanta del secolo scorso.

6.Tempio di Augusto a Pola

Il Tempio di Augusto è l’unica struttura rimasta del foro romano originale di Pola, in Croazia. Sotto il dominio bizantino, il tempio fu trasformato in chiesa e in seguito fu utilizzato come granaio, subì notevoli danni durante la seconda guerra mondiale quando il tempio fu colpito da una bomba. Di conseguenza, gran parte della struttura è stata ricostruita da allora.

5.Sbeitla Forum Temples

Sbeitla (o Sufetula) è una città romana abbastanza ben conservata nella parte medio-occidentale della Tunisia.La città contiene un vasto foro quasi quadrato pavimentato con lastre di pietra e circondato da una cinta muraria. Il foro ha una porta su un lato e tre templi romani sul lato opposto. Invece di costruire un solo tempio dedicato alle tre divinità romane più importanti, Giove, Giunone e Minerva, gli abitanti di Sbeitla hanno costruito templi separati per ciascuno di essi. Una disposizione simile si trova solo a Baelo Claudia, in Spagna.

4.Maison Carree

Maison Carrée, situata a Nimes, in Francia, fu costruita nel 16 a.C. dal generale romano Marco Vipanio Agrippa, e fu dedicata ai suoi due figli che morirono entrambi giovani. La Maison Carrée deve il suo eccezionale stato di conservazione al fatto di essere stata trasformata in una chiesa di Christan nel IV secolo, salvandola dalla distruzione. È stata anche un municipio, una stalla, un magazzino e infine un museo.

3.Palmyra

Situata in un’oasi a 130 miglia a nord di Damasco, Palmyra è una delle attrazioni turistiche più popolari della Siria ed è una delle mete standard dei tour romani in tutto il paese. Per secoli Palmira è stata un’importante e ricca città situata lungo le rotte delle carovane che collegavano la Persia con i porti mediterranei della Siria romana. Oggi c’è molto da vedere nel sito per i turisti, tra cui l’enorme Tempio di Bel, l’arco monumentale e il colonnato che un tempo consisteva di 1.500 colonne corinzie.

2.Pantheon

Uno degli edifici romani meglio conservati, il Pantheon di Roma fu costruito nel 126 d.C. come tempio per tutti gli dei romani. Il Pantheon è costituito da un grande portico circolare con tre file di enormi colonne corinzie di granito, che si apre in una rotonda sormontata da una cupola di cemento con un’apertura centrale: l’oculo.Un ottimo momento per visitare il Pantheon durante un tour romano è quando piove a Roma e si può vedere la pioggia che si riversa nell’edificio attraverso l’oculo.

1.Baalbek

Baalbek, chiamato anche Heliopolis, è uno spettacolare sito archeologico nel nord-est del Libano.Dal I secolo a.C. e per un periodo di due secoli i romani vi costruirono tre templi: Creato per essere il più grande tempio dell’impero romano, il tempio di Giove era fiancheggiato da 54 enormi colonne di granito, ognuna delle quali era alta 21 metri (70 piedi). Solo 6 di queste colonne titaniche rimangono in piedi, ma anche queste sono incredibilmente impressionanti. Il tempio meglio conservato del sito è il Tempio di Bacco costruito nel 150 d.C. L’antico tempio romano era dedicato a Bacco, conosciuto anche come Dioniso, il dio romano del vino.Oggi è una delle principali attrazioni turistiche di un tour romano in Libano.

Ir arriba