Guida allo shopping a Ankara

Ankara offre agli acquirenti molta scelta, da boutique fantasia, supermercati e grandi magazzini ai venditori di strada e ai bazar settimanale.

Aree chiave

Kızılay, considerata il cuore della città, è facilmente la zona dello shopping più affollata della città, con librerie, negozi di abbigliamento e vivaci arcate. Ulus, il vecchio quartiere dello shopping, vanta un miscuglio eclettico di negozi di sporco-economici nelle sue strade strette e dei venditori che vendono gioielli, tappeti, costumi, tessili e ricamo. Per lo shopping di lusso, check out Arjantin Caddesi a Gaziosmanpaşÿa, una zona al dettaglio mirava a squalliare con i suoi eleganti caffè e ristoranti, gastronomici, negozi di gioielli e boutique di designer.

Mercati

È possibile scattare libri di seconda mano e occasioni BRIC-A-BRAC in e intorno a Sakarya Caddesi, ma se sono bravi oggetti d’antiquariato e rame squisita, sfoglia gli empori e negozi da collezione di Çıkrıkçalar Yokuşu, vicino a Ulus. Molti dei concessionari hanno anche strappato le loro merci al mercato settimanale Antika Pazari, tenute ad Ayranci la prima domenica ogni mese.

Centri commerciali

Per Abbigliamento, Elettronica e Profumo, Testa A uno dei numerosi centri commerciali moderni di Ankara. Zatitudine tra lo Sheraton e gli hotel Hilton, il Karum è il Merkezi è rinomato per i suoi boutique di designer di lusso e negozi Chichi. L’enorme Ankamall, vicino al Crowne Plaza Hotel, ospita marchi turchi e internazionali, tra cui Benetton, H & AMP; M e Mango.

Orari di apertura

Le ore standard sono dal lunedì al sabato 0900 -2000, sebbene i più grandi centri commerciali di Ankara rimangono aperti più tardi.

Souvenirs

Souvenir tradizionali includono tappeti e gioielli a mano.

Informazioni fiscali

Imposta sul valore aggiunto (KDV in turco) è solitamente già inclusa nella maggior parte degli articoli. I titolari di passaporti stranieri sono esenti su beni che costano più di YTL100 nei negozi turistici appositamente designati e dovrebbero presentare fatture in dogana per i rimborsi all’aeroporto. Dovresti sempre assicurarti di ottenere una fattura per gli oggetti d’antiquariato, poiché la pena per il contrabbando antichità è molto alta, e i funzionari doganali sono spesso mal informati su ciò che costituisce un antiquario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *