Dove alloggiare in Thailandia: I migliori posti e hotel

La Thailandia è famosa in tutto il mondo per la sua ricca cultura, gli incredibili paesaggi naturali e le città dinamiche. Non c’è molto che non si possa vedere o fare nel Regno. Questo paese caldo, divertente e amichevole si è sviluppato da una sosta sull’itinerario degli umili backpackers del sud-est asiatico fino a diventare una vera e propria destinazione di vacanza.

La Thailandia attira la gente in Thailandia con immagini di spiagge inimmaginabili e mari turchesi. Il buddismo è una parte importante della società thailandese e molti antichi e magnifici templi brillano d’oro nelle città e nelle campagne, rendendo i luoghi interessanti da visitare – se non per la loro bellezza, per capire meglio la cultura thailandese.

Mappa dei migliori luoghi di soggiorno in Thailandia

Con l’aumento dei turisti che affollano la Thailandia, è diventato più facile e più semplice raggiungere varie destinazioni in aereo.

Non c’è mai stato un momento migliore per esplorare questo meraviglioso, vibrante e dinamico paese, ma vi avvertiamo: una volta che sarete stati in paradiso, sognerete sempre di ritornarci.

Bangkok

Dai luminosi templi buddisti sotto i grattacieli ai mercatini e agli splendidi centri commerciali, la Bangkok moderna incontra il passato. La capitale thailandese è un’enorme città tentacolare con molte aree diverse in cui basarsi per il proprio viaggio.ben collegata con i mezzi pubblici, viaggiare per la città è semplice grazie ai numerosi taxi acquei e autobus, oltre al sistema Skytrain e alla metropolitana.

Bangkok è la città più popolata e sviluppata della Thailandia, quindi c’è un’enorme quantità di scelta quando si tratta di alloggi. Gli ostelli economici per backpacker culminano intorno alla notoriamente vivace Khao San Road, mentre le offerte di fascia alta sono sparse in tutto il centro della città.Scegliete di stare un po’ più lontano dal centro della città in quartieri più residenziali e lasciatevi ricompensare dal brusio delle comunità locali.

Chiang Mai

L’affascinante Chiang Mai è la più grande città della regione settentrionale della Thailandia e un popolare punto di sosta negli itinerari thailandesi per backpacking. Un tempo capitale del Regno di Lanna, la città risale al 1559. Le testimonianze del ricco patrimonio culturale di Chiang Mai sono ancora visibili in tutte le strade della città – soprattutto all’interno delle mura diroccate della Città Vecchia e nelle centinaia di templi che punteggiano la città.

Soggiornare qualche giorno a Chiang Mai è sufficiente per visitare la città, ma molti di coloro che la visitano finiscono per essere conquistati dalla natura amabile della città e dall’atmosfera locale e si fermano più a lungo. È facile spostarsi a piedi, dato che molte delle attrazioni si trovano nel centro della città, ma se si vuole viaggiare più lontano, utilizzare la rete di autobus o semplicemente prendere un tuk-tuk.

Gli alloggi in città si rivolgono principalmente al turismo economico; anche le offerte di hotel di fascia media sono convenienti.Prima di partire con il treno alla prossima fermata, assicuratevi di visitare il famoso mercato notturno di Chiang Mai e di provare alcune delle gustose prelibatezze thailandesi in vendita.

Phuket

Questa deliziosa isola è la più grande di tutte le isole thailandesi e attira ogni anno orde di turisti, tutti alla ricerca di una fetta di paradiso per se stessi. L’isola può aver subito molti cambiamenti da quando l’industria turistica si è trasferita, ma gran parte della città di Phuket ha conservato la sua cultura e la sua storia. Phuket è usata come punto di partenza per i viaggiatori che si dirigono verso le isole più piccole della zona, il che significa che è estremamente facile prendere un autobus o una barca per qualsiasi luogo si voglia andare.

Phuket ha anche il suo aeroporto internazionale e un numero sufficiente di hotel di lusso e centri termali per soddisfare i numerosi turisti stranieri. Anche con l’enorme afflusso di turisti, l’isola ha ancora molto da offrire.Fate un trekking nei parchi nazionali del Nord, visitate le spiagge di sabbia bianca, o semplicemente trascorrete le vostre giornate mangiando alcuni dei cibi più deliziosi della zona.

Ko Samui

Ko Samui è una sontuosa, splendida, tropicale isola thailandese. La gente è attratta da questo angolo di paradiso dall’attrattiva delle coccole nei centri termali, dalle feste sulla spiaggia e dalla deliziosa cucina locale.

Per un po’ di lusso, recatevi all’antico Villaggio dei Pescatori e unitevi agli altri turisti sorseggiando vino e gustando i frutti di mare appena pescati. Se siete più che un barbone da spiaggia, la spiaggia di Mae Nam è il posto dove andare per un po’ di pace e tranquillità; se siete mattinieri, l’alba a Chawend Beach è indimenticabile.Continuate sull’isola successiva prendendo uno dei traghetti regolari dell’isola, o prendete un volo dal piccolo aeroporto.

Pattaya

La località balneare più vicina a Bangkok, Pattaya è un luogo sfacciato, divertente e vivace dove tutto va bene.ben noto per le sue notti in ritardo e il turismo sessuale, negli ultimi anni il governo locale ha cercato di rendere la città un po’ più adatta alle famiglie. Le spiagge della zona hanno visto un grande sviluppo da quando il turismo ha iniziato a crescere negli anni ’60 e, come tale, mancano di quel lustro per cui le spiagge thailandesi sono famose.

Sempre sveglia, Pattaya è una città festaiola – ma questo non significa che non ci sia un posto dove rilassarsi.Le tre principali aree turistiche hanno ognuna le proprie attrazioni: Nuklua ha conservato molto del suo classico fascino thailandese e Jomtien è molto più sonnolenta, mentre Pattaya Beach è sfacciata e affollata.Il modo migliore per spostarsi in città è prendere l’autobus locale, o semplicemente camminare.

Krabi

Krabi si trova nel sud della Thailandia, nel meraviglioso Mare delle Andamane. Conosciuta per le sue belle spiagge, i paesaggi naturali rigogliosi e le formazioni calcaree sporgenti, la provincia di Krabi vanta un incredibile numero di 150 isole, molte delle quali hanno interni rocciosi e ricoperti di giungla e sono circondate da spiagge di sabbia bianca lambite da un mare blu scintillante.

Krabi è una calamita per i viaggiatori che vogliono prendersi un po’ di tempo per rilassarsi sulla spiaggia, ma per i più avventurosi, Krabi offre tutta una serie di attività. Le grotte, le cascate e le acque limpide offrono la possibilità di provare l’arrampicata su roccia, il kayak, lo snorkeling e l’escursionismo. A breve distanza da Bangkok, le isole più popolari sono facilmente raggiungibili in barca dalla terraferma. Soggiornate in una varietà di sistemazioni che vanno dal prezzo basso al lusso delle Phi Phi Islands, arrampicate su roccia a Railay, o ritrovatevi a vivere le scene di The Beach at Maya Bay.

Hua Hin

Se siete alla ricerca di spiagge appartate e città locali, allora questa non è la destinazione thailandese che fa per voi.Hua Hin potrebbe essere l’originale e ben frequentata località balneare della Thailandia, ma ha ancora molto da offrire.La città, divertente ed energica, è piena di posti che servono ottimo cibo a prezzi ragionevoli e vanta un’ampia selezione di alloggi, dagli ostelli economici alle offerte per famiglie di fascia media e ai grandi complessi di lusso.

La ricca città costiera era un tempo la meta di vacanza preferita della famiglia reale thailandese; è facile e veloce da raggiungere in treno da Bangkok.Gli amanti del kite surf e degli sport acquatici si riversano sulla spiaggia di Hua Hin, ma con molti campi da golf, parchi acquatici e centri termali, c’è tutta una serie di attività per intrattenere i numerosi turisti.

Koh Tao

Un sogno dei sub, l’isola di Koh Tao potrebbe sembrare un’isola addormentata e appartata – e parte di essa lo è – ma è anche un posto dove fare festa e sfogarsi. L’isola rivestita di giungla – che prende anche il nome di Turtle Island – ha tutta la vivacità di una città thailandese e la bellezza dell’Arcadian, per la quale le isole thailandesi sono così ben note.

C’è però un lato più oscuro in questo paradiso. Negli ultimi anni, una serie di morti ha suscitato polemiche sulla popolare destinazione dei backpacker e, come tale, la gestione dei governi locali dell’isola e i legami con la mafia sono stati messi in discussione. Sebbene i morti abbiano attirato l’attenzione del pubblico, migliaia di visitatori arrivano ancora ogni anno e si godono la loro vacanza, per poi partire felicemente in barca verso la prossima destinazione.

Ko Lanta

Pensate alle sabbie luminescenti, alle montagne coperte di nubi e agli interni della giungla, Ko Lanta è la quintessenza dell’isola dei naufraghi: un tempo l’isola esotica e lontana era la patria dei nomadi marinai e oggi rimane un posto tranquillo per godersi la vita sull’isola.

Questo luogo accogliente e accogliente è un paradiso per le immersioni subacquee e lo snorkeling – le acque cristalline che circondano l’isola ospitano barriere coralline che pullulano di vita marina.più calmo di altre isole thailandesi, è facile arrivare con una delle barche del giorno e poi, una volta arrivati, viaggiare in moto.