12 Cose da fare a Siena

Siena, forse discendente degli antichi Etruschi, ha abbracciato i suoi giorni di gloria durante il Medioevo, un’epoca in cui l’architettura e l’arte erano fiorenti. Situata a soli 70 km a sud della sua antica rivale Firenze, questa città toscana è una calamita per i viaggiatori che vogliono assorbire la straordinaria architettura medievale e la magnifica arte.

Mappa di Siena

Ovunque si giri, i viaggiatori si imbattono in una chiesa o in una galleria d’arte decorata con i capolavori dei più grandi artisti senesi. Situata nella parte centrale della Toscana, questa affascinante città murata si presta bene ad essere percorsa a piedi, anche se è meglio non percorrere le strade che circondano Piazza del Campo o rischiare di essere calpestata durante le due corse di cavalli del Palio che si svolgono ogni due anni:

12.Santa Maria della Scala

Dalla strada, il Santa Maria della Scala sembra essere un edificio semplice, come si addice a un ex ospedale.Passeggiando all’interno, però, si trova un interno decorato e pieno di grandi opere d’arte. Costruito nel XII secolo di fronte al Duomo di Siena, il Santa Maria della Scala è stato uno dei primi ospedali d’Europa: inizialmente si occupava dei bambini abbandonati, nutriva i poveri e offriva vitto e alloggio ai pellegrini. Oggi questo complesso di edifici ospita diversi musei su temi quali l’arte e l’archeologia. Un ciclo di affreschi mette in risalto le pareti della Sala dei Pellegrini.

11.Basilica di San Domenico

Gran parte della navata e del tetto interno, travi comprese, rimane dell’originaria Basilica di San Domenico del 1226. La chiesa è stata pesantemente danneggiata da incendi e da un terremoto nel corso dei secoli; la basilica è talvolta chiamata Santa Caterina, poiché qui visse la maggior parte della sua vita; fu canonizzata nel 1461. La sua testa e il suo pollice sono contenuti in una custodia dorata; il resto del suo corpo è a Roma; una cappella contiene il suo ritratto, mentre un’altra presenta affreschi della sua vita; questo simbolo di Siena contiene anche notevoli dipinti, tra cui una coppia della Madonna con il Bambino, in tutta la basilica.

10. La Pinacoteca Nazionale di Siena, considerata uno dei più importanti musei d’Italia, occupa il trecentesco palazzo Brigidi e il cinquecentesco palazzo Buonsignori. All’interno, il visitatore troverà un tesoro di dipinti dei più grandi artisti senesi dal XIII al XVII secolo, tra cui Lorenzetti, Fredi e Besozzo; il museo è noto soprattutto per i dipinti del XIV e XV secolo a fondo oro. I visitatori precedenti affermano che la Pinacoteca Nazionale di Siena è un luogo ideale per ammirare l’arte medievale.

9.Fonte Gaia

Fonte Gaia è una gioia per gli occhi, il che è appropriato perché «gaia» significa «gioiosa». Questa fontana ornata risale alla metà del XIV secolo, con l’acqua che viene convogliata da 24 km di distanza.I rilievi laterali, scolpiti in marmo, raffigurano scene della Genesi.I lupi che sgorgano l’acqua rappresentano Romolo e Remo.Due colonne, in origine con statue di donne nude, sono state spostate nel museo di Santa Maria della Scala insieme ai rilievi marmorei originali.La sezione centrale contiene una statua della Madonna con il Bambino.La fontana è visibile al centro di Siena, in Piazza del Campo.

8.Museo Civico di Palazzo Pubblico

A distanza di oltre 700 anni, il Museo Civico di Palazzo Pubblico ha ancora oggi lo scopo per cui è stato costruito: essere una sede del governo di Siena. Il palazzo, con la sua sommità merlata, ha un aspetto simile a quello di un castello. Il museo civico è splendido all’interno, con magnifici affreschi che raffigurano la vita di Siena nei secoli passati.

7.Museo dell’Opera Metropolitana

È una cattedrale o è un museo? Nel caso del Museo dell’Opera Metropolitana, ha iniziato a far parte di una cattedrale, ma la costruzione si è interrotta con la peste nera nel 1348. Oggi, questo magnifico edificio è un museo incentrato sull’arte della cattedrale, con statue scolpite dall’architetto Pitano nel XIII secolo. Contiene parte del Duomo e opere di Donatello e Ducci, la cui scintillante pala d’altare, Maesta, è considerata un capolavoro dei primi artisti senesi.Salite le scale strette e tortuose fino alla terrazza per godere di una splendida vista panoramica di Siena.

6.Battistero di San Giovanni

Uno dei luoghi più famosi di Siena è il Battistero di San Giovanni, dedicato a San Giovanni. L’interno di questa chiesa gotica del primo Trecento è a dir poco impressionante: il fonte battesimale è ciò che la maggior parte dei viaggiatori viene a vedere. Considerato un capolavoro dell’arte del primo Rinascimento in Toscana, il fonte battesimale esagonale sfoggia pannelli in bronzo dorato che raccontano la vita di Giovanni Battista. Queste tavole, così come la statuaria di tutta la chiesa, sono state realizzate dai più famosi artisti senesi, tra cui Donatello, Lorenzo Ghiberti e Jacopo della Quercia, che ha anche progettato la teca marmorea del fonte.

5.Torre del Mangia

La Torre del Mangia svetta su tutto a Siena, tranne che su un edificio: il Duomo di Siena. Alta 102 metri, doveva essere alta come il Duomo, ma in realtà è più alta: accanto al municipio, i costruttori della torre volevano trasmettere il messaggio che la chiesa e lo stato sono uguali in potenza.Statuaria e una campana in cima alla torre, che offre una vista panoramica di Siena se si ha l’energia per salire i 400 gradini che portano in cima.

4.Biblioteca Piccolomini

Si visita la Biblioteca Piccolomini non per consultare libri antichi (non ammessi) ma per ammirare il magnifico interno di questo edificio del primo Cinquecento. Situata all’interno del Duomo di Siena, la biblioteca fu costruita per Francesco Todeschini Piccolomini, poi divenuto Papa Pio II, suo nipote, che ne curò la costruzione, poi divenuto Papa Pio III. Gli affreschi colorati, con una prospettiva unica, rappresentano la vita di Papa Pio II, da ambasciatore a cardinale a papa.

3.Palio di Siena

Il Palio di Siena è una famosa corsa di cavalli che attira ogni anno una grande folla, ha un significato religioso e si corre nel centro della città di Siena, con lo sporco trasportato per coprire le strade. Il Palio risale al XVI secolo, quando i primi corridori cavalcavano bufali e asini; si corre due volte all’anno, con i corridori vestiti di colore di 17 contrade diverse che in circa 90 secondi galoppano tre volte intorno alla Piazza del Campo. La prima corsa, il 2 luglio, è dedicata alla Madonna di Provenzano; la corsa del 16 agosto si corre in onore dell’Assunzione di Maria. In rare occasioni può essere corsa una terza volta.

2.Duomo di Siena

Ornato all’interno e all’esterno, il Duomo di Siena è una chiesa massiccia che risale al 1245.Nel XIV secolo i padri della chiesa vollero ingrandirla per renderla ancora più grande della Basilica di San Pietro a Roma, ma la peste nera mise fine a questi progetti. Il duomo, noto anche come Cattedrale di Santa Maria perché dedicato alla Vergine Maria, è un esempio eccezionale di architettura gotica italiana, dalle colonne a strisce e dalle arcate ornate ai pavimenti decorativi e alle opere d’arte.

1.Piazza del Campo Dove soggiornare

La Piazza del Campo è IL luogo da visitare a Siena. Situata nel cuore del centro storico, Piazza del Campo è considerata una delle migliori piazze medioevali d’Europa (aveva le sue origini come mercato del XIII secolo, dove si riunivano tre strade. )I visitatori che hanno poco tempo da trascorrere a Siena troveranno molti luoghi chiave che circondano la piazza: il Palazzo Pubblico, la Torre del Mangia e la Fonte Gaia.Altri edifici tardo gotici circondano la piazza principale della città.Già alla fine del 1200, Siena aveva degli urbanisti che insistevano per la costruzione di edifici secondo certi standard.