10 famosi anfiteatri romani

Quando si pensa ai divertimenti romani, vengono in mente i combattimenti selvaggi tra prigionieri e animali (come in Gladiatore) e le corse dei carri (come in Ben-Hur).Le corse dei carri si svolgevano di solito nel circo, i combattimenti dei gladiatori erano il dominio degli anfiteatri.I combattimenti tra criminali, prigionieri o guerra, schiavi e animali sono una testimonianza del carattere e della vita dei romani che consideravano questi combattimenti un buon allenamento per una nazione di guerrieri. Occasionalmente, i cittadini liberi entravano anche nella lotta per godersi i loro 15 minuti di fama.

I primi anfiteatri romani furono costruiti nel I secolo a.C. in legno e furono progettati ruotando e unendo due teatri costruiti uno dietro l’altro in modo da formare un ovale (anfiteatro infatti significa «doppio teatro»). In ogni angolo dell’Impero Romano sono stati trovati più di 230 anfiteatri, dal possente Colosseo di Roma alle rovine dell’arena di Chester, in Inghilterra.

10.Anfiteatro di Uthina

Uthina (o Oudna) era una colonia romana in Tunisia e si trovava sulla strada principale per Cartagine dal sud e dall’ovest del paese. La città sembra essere caduta in rovina dopo la conquista araba del VII secolo. Le rovine sono ancora in fase di scavo e sono poco visitate. La metà inferiore dell’anfiteatro è scavata nella collina, mentre gli archi sono sopra il terreno.i sedili non sono originali e sono stati ricostruiti solo recentemente.

9. Anfiteatro di Pozzuoli

L’anfiteatro di Pozzuoli è uno dei più grandi anfiteatri romani d’Italia in grado di ospitare oltre 20.000 spettatori, la cui costruzione iniziò sotto il regno dell’imperatore Vespasiano che diede inizio anche alla costruzione del Colosseo a Roma. A differenza del Colosseo non rimangono molti resti delle gradinate superiori, ma le aree sotterranee sono molto ben conservate, tra cui le gabbie per la custodia degli animali e parti dei meccanismi di sollevamento al suolo dell’arena. Nel periodo tardo antico l’arena fu abbandonata e in parte sepolta sotto la cenere a seguito di un’eruzione del vulcano Solfatarain.

8.Leptis Magna Arena

Situata nell’odierna Libia, Leptis Magna fu fondata dai Fenici nel X secolo a.C. ed entrò a far parte dell’impero romano dopo la sconfitta di Cartagine nel 146 a.C. Sotto il dominio romano la città prosperò e divenne un importante centro commerciale.Leptis Magna fu abbandonata nel 523 d.C. dopo essere stata saccheggiata da una tribù berbera e rapidamente bonificata dal deserto.essendo stata coperta da secoli di sabbia del deserto, contiene una delle più spettacolari e incontaminate rovine romane del Mediterraneo.l’anfiteatro romano di Leptis Magna risale al 56 d.C. e si trova a circa un chilometro ad est del centro della città. A differenza della maggior parte degli anfiteatri romani, è costruito sotto terra.

7.Arena romana di Arles

L’Arena romana è una delle attrazioni turistiche più popolari della città di Arles nel sud della Francia. Costruita intorno al I secolo a.C., era in grado di ospitare oltre 20.000 spettatori su tre livelli. Dal 1830 ad oggi l’arena è stata utilizzata per ospitare le corride dei tori, cosa che i romani avrebbero sicuramente approvato, poiché è solo leggermente meno brutale come le corse dei carri e le sanguinose battaglie corpo a corpo di cui essi stessi si divertivano.

6.Anfiteatro di Nimes

Costruita alla fine del I secolo d.C. per ospitare 24.000 spettatori, l’Arena di Nîmes era uno dei più grandi anfiteatri romani della Gallia (l’attuale Francia); durante il Medioevo, all’interno dell’anfiteatro fu costruito un palazzo fortificato.’, ‘Nel 1863 l’arena fu ristrutturata per fungere da arena e oggi ospita due corride annuali e altri eventi pubblici.

5. Pompei Spectacula

Il 24 agosto del 79 d.C. il vulcano Vesuvio eruttò, ricoprendo di cenere e terra la vicina città di Pompei e successivamente preservando la città nel suo stato da quel giorno fatidico.alcune delle strutture meglio conservate di Pompei sono i 2 teatri e l’anfiteatro. Costruito intorno al 70 a.C. è il più antico anfiteatro romano superstite del mondo.l’anfiteatro era chiamato spectacula perché il termine amphitheatrum non era ancora in uso.poteva ospitare circa 20.000 spettatori, pari all’intera popolazione di Pompei.nel 59 d.C. scoppiò una violenta rivolta tra i tifosi di Pompei e una città rivale che spinse il Senato a proibire ulteriori giochi per dieci anni.

4. Arena di Pola

L’anfiteatro di Pola è la sesta più grande arena romana sopravvissuta e uno dei monumenti antichi meglio conservati della Croazia. L’Arena di Pola fu costruita intorno al I secolo d.C. e poteva ospitare oltre 26.000 spettatori. Nel XV secolo molte pietre sono state prese dall’anfiteatro per costruire case e altre strutture intorno a Pola, ma per fortuna questa pratica è stata fermata prima che l’intera struttura venisse distrutta. L’Arena di Verona, in Italia, è il terzo anfiteatro più grande al mondo per numero di spettatori dell’antichità romana. L’anello esterno in pietra calcarea bianca e rosa è stato quasi completamente distrutto durante il terremoto del 1117, ma la parte interna è ancora straordinariamente ben conservata, mentre l’Arena di Verona è stata costruita nel 30 d.C. e poteva ospitare 30.000 spettatori. L’anfiteatro romano è stato utilizzato ininterrottamente nel corso dei secoli per ospitare spettacoli e giochi: combattimenti di gladiatori in epoca romana, giostre e tornei nel Medioevo e dal XVIII secolo fino ai giorni nostri l’arena è lo scenario delle spettacolari rappresentazioni operistiche veronesi.

2.Anfiteatro di El Djem

L’anfiteatro romano di El Djem in Tunisia è la terza arena più grande del mondo, dopo il Colosseo di Roma e il teatro in rovina di Capua. L’anfiteatro è stato costruito all’inizio del III secolo d.C. e può ospitare 35.000 spettatori. La struttura è rimasta in buono stato fino al XVII secolo, quando le pietre dell’arena sono state utilizzate per la costruzione del vicino villaggio di El Djem e trasportate alla Grande Moschea di Kairouan. Più recentemente e meno distruttivo, è stato utilizzato per le riprese di alcune scene del film Gladiatore, vincitore dell’Oscar, ed è ora una popolare destinazione turistica in Tunisia.

1.Colosseo

Il Colosseo di Roma è il più grande e famoso anfiteatro del mondo romano, la cui costruzione fu iniziata dall’imperatore Vespasiano della dinastia Flavia nel 72 d.C. e terminata da suo figlio Tito nell’80 d.C. Durante le cerimonie di apertura del Colosseo si tenevano spettacoli per 100 giorni in cui venivano uccisi 5.000 animali e 2.000 gladiatori. Il Colosseo era in grado di ospitare circa 50.000 spettatori che potevano entrare nell’edificio attraverso non meno di 80 ingressi. Gli spettatori erano protetti dalla pioggia e dal calore del sole da vele chiamate «velarium», che era attaccato intorno alla cima dell’attico.

Ir arriba