8 Regioni più belle delle Filippine

Composto da oltre 7.000 isole, le Filippine sono una nazione arcipelago che condivide il Mar Cinese Meridionale con le vicine Indonesia a sud e Borneo a sud-ovest.Con Taiwan a nord e il Vietnam a ovest, l’Oceano Pacifico si estende a est.

Questo Paese ha una lunga storia con le potenze straniere; dopo secoli di scambi commerciali con l’India e la Cina, è stato colonizzato per la prima volta dalla Spagna nel 1543. La breve indipendenza ha portato alla dominazione americana e al breve dominio giapponese nella prima metà del XX secolo; oggi le influenze fanno di questa nazione del sud-est asiatico un luogo vibrante da visitare; un luogo dove città frenetiche contrastano con spiagge di sabbia bianca per un memorabile assalto ai sensi.

Metro Manila

Metro Manila è una megalopoli di un’area urbana, composta da 16 città che convergono tutte in una sola: Città di Manila, Quezon City, Caloocan, Las Piñas, Makati, Malabon, Mandaluyong, Marikina, Muntinlupa, Navotas, Parañaque, Pasay, Pasig, San Juan, Taguig e Valenzuela (e un comune: Pateros).

Situata su uno stretto istmo tra Luzon centrale e meridionale, Metro Manila è il centro della cultura e del governo delle Filippine. La collezione di insediamenti è ricca di architetture coloniali spagnole, come il Forte Santiago mescolato a grattacieli; la stessa città di Manila è la città più densamente popolata del mondo.

Anche se il vasto spazio verde del Rizal Park con i suoi prati e giardini è un’oasi di tranquillità in città, si trova anche sulle rive del lago Laguna – il più grande lago d’acqua dolce delle Filippine – e della baia di Manila nella parte orientale.

Luzon settentrionale

La regione settentrionale dell’isola più popolata delle Filippine è dove si trovano montagne, coste, foreste tropicali e fiumi.

Nessuna vista in questa zona è più famosa delle splendide terrazze di riso Banaue; situate vicino alla popolare città di Baguio, relativamente fresca, queste terrazze sono come gradini di smeraldo che scendono dalle colline della Cordigliera. Queste condividono il loro nome con l’affascinante e variegata Regione Amministrativa della Cordigliera (CAR).

Più a nord, nelle stesse montagne, si trova la zona di Sagada, famosa per la sua speleologia – come alla Grotta di Sumaguing – e per i sentieri escursionistici tra i nebbiosi villaggi di montagna. Trovate altre opportunità di fare escursioni nella provincia di Kalinga, con le sue tribù di tribù tatuate che indossano machete; la caccia alla testa è cessata qui solo decenni fa.

Al largo della costa settentrionale di Luzon, più vicina a Taiwan rispetto alle Filippine, si trovano le Isole Batane. Qui si trovano aspre scogliere, verdi colline e case semisotterranee a prova di tifone sull’isola principale di Batan.

Central Luzon

A nord di Manila, la regione di Central Luzon è conosciuta come il granaio del riso delle Filippine. È la più grande area pianeggiante del paese, quindi qui c’è molto spazio per l’agricoltura.

C’è un po’ di altitudine, tuttavia, il vulcano attivo del Monte Pinatubo nelle Zambales Mountains offre opportunità di escursioni, dove gli appassionati di trekking possono raggiungere la cima e scorgere il suo lago craterico.Minlungao, con il suo fiume tortuoso, è un luogo popolare per le immersioni in scogliera o per il rafting rilassato.

Sulla costa occidentale, la città di Balanga, nella provincia di Bataan, vanta un’architettura coloniale, lo splendore del vecchio mondo al Plaza Hotel, e un festival per onorare la nascita delle piccole tartarughe marine al Pawikan Conservation Centre.

Un tempo capitale della Repubblica delle Filippine, Angeles è paragonabile a Manila, con negozi, vita notturna e storia coloniale; è anche la porta d’ingresso al Parco Nazionale del Monte Arayat.Circondato da risaie, il Monte Arayat vanta valli e fiumi.

Luzon meridionale

L’estremità meridionale dell’isola di Luzon è composta da due regioni: Calabarzon, che confina a nord e a est con la metropolitana di Manila; e la regione di Bicol, che comprende anche isole al largo.

Calabarzon è molto popolare grazie alla sua vicinanza a Minla.Al lago Laguna, si possono trovare località termali, in particolare intorno al Monte Makiling. A sud, nella provincia di Batangas, si trovano numerose località balneari e città disseminate di chiese ed edifici di epoca coloniale.a Batangas, la città di Tagaytay ospita il lago Taal, al centro del quale si trova il vulcano Taal, il cui cratere nasconde l’ennesimo lago!

Composto da sei province, Bicol è il luogo in cui si trovano grotte calcaree, spiagge e una miriade di isole da esplorare.il Monte Mayon, simmetrico, quasi perfettamente conico, vicino a Legazpi City, è un vulcano sacro e attivo. Altrove scoprirete il terreno accidentato e frastagliato della Penisola Caramoa, la porta d’accesso alle spiagge e al paesaggio lussureggiante.

Mindoro

Una grande isola a sud di Calabarzon, Mindoro è un luogo incontaminato da esplorare a poca distanza dalla capitale filippina. È composta da Mindoro Oriental a est e dalla più aspra Mindoro Occidental a ovest, entrambe separate da imponenti montagne nel suo centro.

Sul lato est, il luogo più popolare dell’isola è Puerto Galera, dove si trovano numerosi resort e spiagge.

Il lato occidentale più remoto dell’isola ospita luoghi come Sablayan, dove quasi nessun turista si reca.

Visayas

Situata tra Luzon a nord e Mindanao a sud, la regione di Visayas è caratterizzata dal fatto di essere la patria di molte, molte isole; le splendide spiagge di sabbia bianca e i coralli in fiore sono perfetti per il corso qui.

Visayas orientale è dove si trova la cosmopolita Cebu City.Situata sull’omonima isola, è la città più importante di una regione che non è conosciuta per i suoi centri urbani, ma che invece è ricca di natura. Bohol, ad esempio, è nota per le sue pittoresche Chocolate Hills, un paesaggio di colline coniche di colore marrone relativamente piccolo, dove si trovano anche spiagge tranquille e punti di immersione costieri.

Western Visayas, Boracay, con le sue spiagge bianche, le località turistiche e l’atmosfera da festa, è un luogo al tempo stesso vivace e sorprendente da visitare. C’è anche l’isola di Romblon e l’isola Apo, con i loro siti di immersione di livello mondiale, e Malapascua – una piccola isola paradisiaca perfetta per allontanarsi da tutto questo.

Mindanao

22

L’isola di Mindanao (la seconda più grande delle Filippine) ospita un’importante popolazione musulmana, la città di Davao, la più alta vetta delle Filippine – il monte Apo, a 2.954 metri sul livello del mare – e una mancanza di sviluppo che rende questa regione diversificata perfetta per il viaggiatore intrepido.

Tenete comunque presente che i governi occidentali consigliano tutti la prudenza in qualsiasi punto di Mindanao e suggeriscono di evitare diverse zone.

Gli appassionati di surf possono dirigersi verso la splendida isola di Siargao, al largo della costa nord di Mindanao, dove si trova la Cloud 9: un’onda corallina di fama mondiale nota per i suoi spessi tubi cavi, per questo motivo qui si tiene l’annuale Siargao Cup. Altre isole bellissime sono Camiguin, con una laguna turchese, sabbia bianca, rovine coloniali e persino una sorgente calda.

La città di Zamboanga, sull’omonima penisola, ha una storia coloniale e – naturalmente – spiagge sotto la sua cintura.Appena al largo si trova l’intrigante isola di Santa Cruz, famosa per la sua spiaggia di sabbia rosa.

Palawan

Probabilmente la destinazione di vacanza più famosa delle Filippine, la lunga isola di Palawan si estende da Mindoro a nord-est fino alle coste del Borneo settentrionale nel sud-ovest.

Uno dei luoghi più conosciuti, El Nido è una base popolare e la porta d’accesso al Bacuit, l’arcipelago più settentrionale delle isole, dove le isole calcaree spuntano dal mare in una versione super-tropicale della baia di Ha Long Bay.

Mentre molti viaggiatori scelgono di fare base a El Nido o il luogo giustamente popolare dell’isola di Coron, con la sua giungla interna e i laghi, c’è molto altro da scoprire a sud-ovest. A metà strada, Puerto Princesa è la patria del fresco Puerto Princesa Subterranean River National Park, che ospita il fiume sotterraneo navigabile più lungo del mondo.

Ma il Tubbataha Reef National Park occupa il primo posto. Squali balena, teste di martello e mantee si mescolano tra questa piattaforma di corallo nel mezzo del Mar Sulu.