11 Regioni più belle del Belgio

Un luogo affascinante da visitare, il Belgio è costituito da tre regioni molto autonome, con le Fiandre al nord molto diverse sia culturalmente che linguisticamente dalla Vallonia al sud e la capitale multiculturale di Bruxelles al centro del paese, come le città settentrionali di Bruges, Anversa e Gand con i loro spettacolari centri storici offrono una proposta molto diversa dalle città più industriali di Charleroi, Liegi e Namur al sud.

Oltre alla diversità di comunità, culture e lingue, il Belgio vanta anche un’ampia gamma di paesaggi diversi, con le sue coste del Mare del Nord battute dal vento che contrastano deliziosamente con le tranquille campagne che costituiscono gran parte del paese e con le enormi foreste che si trovano nelle Ardenne.

Anversa

Situata nel nord-est del Belgio al confine con i Paesi Bassi, Anversa è dominata dall’omonima città. Viaggiando tra le affascinanti città della regione, vedrete un sacco di campagna panoramica, con boschi e fattorie disseminate tra le numerose fattorie e campi.

Anversa è la seconda città più grande del paese, Anversa è ricca di bellissimi edifici e di interessanti monumenti e musei da visitare. È anche rinomata per il suo commercio di diamanti e per la ricchezza di grandi negozi e boutique di lusso.

Lontana dalla capitale della regione, Anversa vanta anche le città di Geel e Lier, che sfoggiano imponenti campanili, così come Mechelen e Tournhout, che hanno entrambi deliziosi centri storici da esplorare. Oltre a questo, ospita anche il festival di musica elettronica Tomorrowland, famoso in tutto il mondo, che durante l’estate attira persone da tutto il mondo nella piccola città di Boom.

Fiandre Orientali

Centrata intorno a Gand, una vivace città universitaria con uno splendido centro medievale pieno di cattedrali, chiese e castelli, le Fiandre Orientali sono una bellissima parte del paese da visitare, con molto da vedere e da fare.

Definita in molti modi dai quattro fiumi Dender, Durme, Leie e Scheldt che la attraversano, la campagna della regione è principalmente piuttosto bassa, anche se i regni meridionali – che ospitano la famosa corsa ciclistica Tour of Flanders – sono piuttosto collinari.

Oltre a Gand, la regione vanta una ricca storia e un patrimonio culturale, che è orgogliosamente esposto nei bellissimi centri storici di Dendermonde e Lokeren. Da non perdere il famoso carnevale di Aalst; per tre giorni la città è inondata di colori, con sfilate e carri allegorici.

Brabante fiammingo

Intorno a Bruxelles, la capitale del paese, il Brabante fiammingo è pieno di una natura meravigliosa da godere, con la maestosa foresta di Sonian e la sua miriade di piste ciclabili e sentieri escursionistici particolarmente piacevoli da esplorare.

Leuven, vivace città universitaria, è la capitale della regione. Qui si trova la più antica università cattolica del mondo e uno dei centri storici più belli del paese, oltre a numerosi punti di riferimento culturali interessanti, oltre ad alcuni fantastici edifici antichi, grandi opportunità di shopping e un’intensa vita notturna.

Anche il resto della regione merita una visita. Tra le attrazioni principali ci sono il bellissimo campanile di Tienenen, la famosa abbazia e la fabbrica di birra di Grimbergen e la città di Tervuren, che ospita l’affascinante Museo dell’Africa Centrale e un bellissimo parco che si estende nella foresta di Sonian.

Limburg

Confinante con l’omonima provincia dei Paesi Bassi, il Limburgo, nella parte orientale del Belgio, è spesso trascurato dai visitatori del paese, ed è quindi un luogo ideale per sfuggire alla folla e scoprire alcune gemme nascoste.

Hasselt, la capitale della regione, è senza dubbio l’attrazione principale grazie al suo bel centro storico.», ‘Vanta una bella abbazia, una basilica e una cattedrale, con tanti piccoli parchi e giardini tranquilli sparsi qua e là.

Più lontano ci sono le città di Genk e Beringen, che hanno molte attrazioni industriali nascoste tra i loro splendidi paesaggi. Tongeren, una delle più antiche città del Belgio, merita una visita.

Fiandre Occidentali

Nonostante sia la patria di tutta la costa belga, le Fiandre Occidentali sono conosciute per una cosa e una sola: Bruges. Spesso chiamata la «Venezia del Nord», per le sue belle vie d’acqua, la città vanta un meraviglioso centro medievale con chiese secolari, basiliche ed edifici storici.

Poiché può diventare un po’ affollata, vale la pena di esplorare alcune delle altre attrazioni delle Fiandre Occidentali, in modo da poter sperimentare un lato più autentico del paese. La costa belga offre alcune fantastiche città di mare, come Oostende, De Haan e Knokke; queste sono collegate dalla linea tranviaria più lunga del mondo, che corre lungo la costa del Mare del Nord del Belgio.

Anche la città di Kortrijk ha alcune meravigliose attrazioni medievali. Nella città fortificata di Ypres si trovano alcuni dei più famosi campi di battaglia della prima guerra mondiale, oltre a numerosi cimiteri e monumenti commemorativi disposti in modo ordinato.

Hainaut

Dato che gran parte del suo territorio è segnato dalle miniere di carbone e dai siti di industria pesante che un tempo rendevano l’Hainault in Vallonia favolosamente ricco, la regione non è particolarmente attraente e le sue città tentacolari hanno sicuramente visto giorni migliori.

Afflitta da un declino economico durato diversi decenni, ci sono molte miniere abbandonate, magazzini e siti industriali sparsi qua e là; questo è ciò che rende Charleroi, la più grande città della regione, così affascinante da esplorare, che una volta votata «la città più brutta d’Europa», oggi attrae «esploratori urbani», che vengono a vedere i suoi luoghi abbandonati ma stranamente affascinanti. Oltre a Charleroi, la regione ospita anche l’affascinante comune di Chimay, rinomato per le sue birre e i suoi formaggi. Sia Mons che Tournai hanno grandi centri urbani con cattedrali imponenti, belle case antiche e impressionanti punti di riferimento culturali.

Liegi

Situata nel sud-est del paese, al confine con i Paesi Bassi, la Germania e il Lussemburgo, Liegi è una deliziosa parte del Belgio da esplorare.la regione è dominata dall’omonima città, che è la più grande città della Vallonia.

Grazie alla sua posizione strategica sul fiume Mosa, la città di Liegi è ancora relativamente ricca rispetto alle altre città del sud; questo è evidente nella ricchezza di negozi, ristoranti e bar. Questo luogo molto pittoresco ha un bellissimo centro storico da scoprire, oltre a belle rive del fiume e verdi colline da percorrere a piedi.

Nella parte orientale della regione si trova la piccola parte di lingua tedesca del paese, con la sua capitale Eupen particolarmente interessante da visitare. La città di Spa non è solo sede di numerosi centri benessere e sorgenti termali, ma anche del Gran Premio del Belgio di Formula Uno.

Lussemburgo

La più grande regione del sud del paese, il Lussemburgo, scarsamente popolato, è una delizia per gli amanti della natura, poiché la sua campagna panoramica è fatta di dolci colline e foreste a perdita d’occhio.

Una destinazione turistica molto popolare sia tra i belgi che tra gli olandesi, le Ardenne sono la sua principale attrazione. I boschi meravigliosamente selvaggi e i paesaggi incontaminati ospitano una moltitudine di grandi piste ciclabili e sentieri escursionistici che si snodano in un paesaggio mozzafiato.

Qui e là ci sono alcune graziose cittadine e villaggi, come Bouillon e Bastogne. Durbuy, la più piccola città del mondo, è l’indubbio punto culminante con le sue tortuose strade acciottolate e la meravigliosa architettura medievale.

Namur

Situata intorno all’omonima città, capitale della Vallonia, Namur è una parte molto pittoresca del Belgio da esplorare.

Accanto alla città di Namur, che vanta un vivace centro storico e un’incredibile cittadella che si affaccia sia sul fiume Sambre che sulla Mosa, Dinant è l’indiscussa protagonista dello spettacolo; il suo delizioso centro storico si trova in una cornice assolutamente splendida, con la Mosa che le corre proprio accanto.

Gran parte della regione è costituita da una campagna pittoresca, quindi ci sono molte attività all’aperto da praticare, con escursioni a piedi e in bicicletta entrambi i passatempi più popolari. Oltre a questo, si può anche andare in kayak lungo i tortuosi fiumi di Namur in estate, quando il tempo è bello.

Brabante vallone

Situato a pochi passi dalla capitale della nazione, il Brabante vallone è spesso trascurato dai visitatori del paese.

Oltre alla pletora di bellezze naturali che punteggiano la regione con le sue numerose foreste, il Brabante Vallone offre anche affascinanti attrazioni storiche; visitate Waterloo, sede di una famosa battaglia, e Villers-la-Ville, sede di una rovina assolutamente sbalorditiva di un’antica abbazia tanto grande quanto bella.

Louvain-la-Neuve, la più grande città della zona, merita anch’essa una visita; la vivace città universitaria è piena di vita, e la sua principale attrazione è il Museo Herge, che guarda alla vita e all’eredità del famoso scrittore di fumetti.

Bruxelles-Capitale

La seconda città più multiculturale del mondo, Bruxelles è un luogo affascinante da esplorare. La capitale della nazione ha una pletora di quartieri diversi, ognuno con il proprio aspetto, il proprio sentire e la propria identità. Poiché Bruxelles è bilingue, si parlano sia il francese che l’olandese, si sentono molte lingue diverse; ciò è in parte dovuto anche al fatto che è la sede delle istituzioni dell’Unione Europea.

La Grand Place è considerata la piazza più bella d’Europa, ed è senza dubbio la sua principale attrazione, ma c’è molto altro da vedere e da fare, con l’Atomium e il Manneken Pis, anch’essi molto popolari.

Oltre alla sua moltitudine di monumenti e musei, l’architettura della città è eclettica, e si possono trovare moltissimi ristoranti e bar, sparsi in tutta la città. Delirium Cafe vanta oltre 2.000 birre diverse da provare – un must per chi si trova in Belgio.

Ir arriba