15 Principali attrazioni turistiche in Corea del Sud

Una nazione ricca di attrazioni turistiche culturali, storiche e naturali, la Corea del Sud ha una pletora di attrazioni interessanti. Oltre alle attrazioni più evidenti, tra cui la mega città di Seoul, il paese offre ampi spazi aperti che vantano un’incredibile bellezza naturale caratterizzata da formazioni rocciose, verdi pascoli e fitte foreste.

Nel complesso, il paese ha avuto una ricca storia, dove vari governanti e regni hanno dominato nel corso dei secoli. I loro regni sono ancora visibili nelle rovine e nei palazzi restaurati sparsi in tutto il paese. La Corea del Sud ha un interessante paesaggio culturale da aggiungere; la nazione è ricca di festival, eventi culturali e cibo gustoso.

15. Isola di Ganghwado

Situata nel Mare Occidentale, l’isola di Ganghwado è ricca di storia: è stata occupata fin dalla preistoria e ha goduto di un periodo in cui era la capitale della Corea nel XIII secolo. Nel XIX secolo, l’isola è stata usata strategicamente per difendersi dai francesi e dai giapponesi. Oltre ai siti storici, l’isola di Ganghwado offre uno scenario impressionante, con diversi sentieri che portano in giro per l’isola; tra cui il monte Manisan con la sua ampia vista sul mare. A soli 90 minuti da Seoul, l’isola è vicina al confine nord coreano e collegata alla terraferma attraverso un ponte, quindi è molto accessibile.

14. Pocheon Art Valley

Quest’area vicino alla città di Pocheon era un tempo una cava funzionante che è stata chiusa al pubblico. Tuttavia, in quello che è stato il primo progetto di restauro ambientale di Pocheon, la cava è stata trasformata in un bellissimo parco. Il lago turchese, in netto contrasto con le pareti rocciose a strapiombo, è visitato da migliaia di turisti all’anno, con un palcoscenico all’aperto situato vicino all’acqua, dove il centro d’arte ospita a volte degli spettacoli, con numerosi eventi all’anno e laboratori artistici giornalieri.

13. Seoraksan National Park

Il Parco Nazionale di Seoraksan è un paesaggio incontaminato di affioramenti rocciosi e taglienti e di pini spazzati dal vento. Ci sono torrenti e fiumi cristallini che attraversano la valle del parco, fornendo l’idratazione per i 2000 animali che vivono all’interno dei suoi confini. La zona è estremamente popolare per le escursioni, con sentieri ben segnalati che variano in difficoltà. Vicino all’ingresso del parco, i visitatori sono accolti da una massiccia statua di Buddha, situata presso il Tempio di Sinheungsa. A volte, gli escursionisti possono sentire i monaci cantare in lontananza mentre esplorano. Ci sono molte opzioni di cibo e bevande all’interno dei confini del parco, ma tendono ad essere più costose rispetto alle strutture di ristorazione al di fuori del parco.

12. Tempio di Bulguksa

Il tempio di Bulguksa di Gyeongju è stato costruito originariamente nel 528, ma ha subito una serie di ristrutturazioni e ampliamenti nel corso della storia.appena fuori Busan, il tempio era molto importante per molte dinastie. Il complesso è composto da molti edifici con sculture e statue intricate e ospita alcuni dei più importanti tesori nazionali della Corea del Sud, come le pagode di Sinheungsa e Dabotap. Il giardino è molto suggestivo tutto l’anno, ma è ancora più sorprendente quando i fiori di ciliegio sono in fiore. È meglio visitarlo con una guida, che farà rivivere il paesaggio con i racconti di un tempo.

11. Jindo Sea Parting

La Corea del Sud ha una sua versione moderna della famosa storia biblica di Mosè. Ogni anno, visitatori da tutto il mondo si recano a Jindo per assistere a questo fenomeno naturale del «sea parting», ma non è così magico come potrebbe apparire all’inizio; il ponte naturale è il risultato di un accumulo annuale di ciottoli e sabbia che si sono accumulati a causa della marea. In totale, il «sea parting» è lungo 2,8 chilometri e, con la bassa marea, è largo 40-60 metri. Per tutta la durata del festival si svolgono numerose mostre e programmi emozionanti, tra cui sfilate ed eventi culturali.

10. Jeonju Hanok Village

Le strade del Jeonju Hanok Village sono fiancheggiate da venditori ambulanti e ristoranti che portano piatti tradizionali di Jeonju.uno di questi piatti è il Jeonju bibimbay, considerato un piatto reale durante la dinastia Jeonju.oltre che per gli aspetti culinari, la città è famosa per i suoi numerosi hanoks: case tradizionali coreane che prestano una notevole attenzione al posizionamento della casa. L’hanok ideale sarebbe caratterizzato da una montagna sul retro e da un fiume di fronte. In genere utilizzano un cortile per trattenere il calore all’interno della casa, soprattutto il pavimento, poiché i coreani tradizionalmente si siedono sul pavimento per mangiare e intrattenere.

9. Gamcheon Culture Village

Le colorate case a schiera che guardano verso il mare caratterizzano il Gamcheon Cultural Village di Busan. Prima del 2009, Gamcheon era una baraccopoli, dove vivevano i profughi della guerra di Corea, ma diverse agenzie governative hanno intrapreso un’iniziativa per riqualificare la zona come attrazione turistica e centro artistico. Oggi, il modo migliore per vivere la città è semplicemente perdersi nei vicoli colorati di questa città unica.

8. Boryeong Mud Festival

Una volta all’anno sulla spiaggia di Daecheon, si svolge il festival più sporco della Corea del Sud. Si ritiene che il fango dell’annuale Boryeong Mud Festival abbia speciali proprietà minerali abbellenti. Ogni anno viene portato sulla spiaggia in camion carichi dalle vicine pianure di fango di Boryeong. Il festival è iniziato nel 1998 per promuovere i cosmetici che utilizzavano il fango di Boryeong nei loro prodotti. Da allora, l’evento è esploso. Ogni anno milioni di visitatori visitano la manifestazione per due settimane. Alcuni degli eventi più popolari si svolgono l’ultimo fine settimana; tra cui la prigione di fango, lo sci di fango e la lotta nel fango.

7. I campi di tè Boseong

Le bellissime colline verdi e ondulate dei campi di tè Boseong sono gli unici campi di questo tipo aperti in Corea, e chiedono solo di essere fotografati. Prima di partire, non dimenticate di visitare la bellissima foresta di bambù alla periferia dei campi.

6. Parco nazionale di Hallasan

Il Parco nazionale di Hallasan ospita la montagna più alta della Corea del Sud: il monte Hallasan. Tradizionalmente, il Monte Hallasan Mountain era chiamato Monte Yeongjusan, che significa ‘la montagna abbastanza alta da tirare la galassia’. Il parco si trova nell’isola di Jeju della Corea del Sud. Ci sono sentieri adatti ad ogni livello di fitness che si snodano intorno alla zona. Anche l’escursione alla cima del Monte Hallasan è piuttosto rilassante, e adatta agli escursionisti di livello intermedio. Questa montagna era un tempo un vulcano attivo; in cima, si possono trovare prove di ciò sotto forma di uno splendido lago craterico.

5. Hwaseong Fortress

Questa meravigliosa fortezza è una vera e propria testimonianza della storia e della potenza militare unica della Corea. Costruita per circondare la città di Suwan da re Jeongko tra il 1974 e il 1976, da allora ha ricevuto molte cicatrici di battaglia. Ogni autunno si svolge il Festival culturale di Suwan Hwaseng, con rievocazioni e altri eventi culturali e mostre.

4. Huwon Secret Garden

Il Palazzo Changdeokgung di Seoul è stato il principale luogo di residenza di alcuni potenti re e delle loro famiglie reali nel corso della storia. È uno dei palazzi meglio conservati della Corea del Sud in questo momento, ma il Giardino Segreto di Huwon è una delle stelle della proprietà. Questo enorme giardino è caratterizzato da un’incredibile varietà di piante, alberi, fiumi, stagni di loto, padiglioni e aree di soggiorno. Alcuni degli alberi della proprietà hanno più di 300 anni. Il giardino ha ricevuto il suo nome perché aveva un’aria di mistero; era un luogo in cui nessuno, tranne le famiglie reali, poteva entrare senza permesso.

3. Namiseom Island

Namiseom Island, parte della più grande contea di Gapyeong, è immersa in un bellissimo paesaggio naturale, gode di stagioni distinte ed è una destinazione molto popolare per il turismo domestico. L’isola prende il nome dal famoso generale Nami che fu sepolto qui nel XVII secolo. Oltre che per il paesaggio surreale e i riferimenti storici, l’isola è nota per la sua deliziosa torta di riso in padella.

2. Gyeongbokgung Palace

Situato nel cuore di Seoul, Gyeongbokgung Palace è uno degli edifici più iconici della Corea del Sud. L’incredibile palazzo fu terminato nel 1395. I due musei che risiedono all’interno delle mura del palazzo includono il Museo di Corea e il National Palace Museum of Korea. Ci sono ancora una serie di lavori di restauro in corso per riportare questo favoloso edificio all’epitome del suo antico splendore.

1. DMZ

La zona demilitarizzata tra la Corea del Nord e la Corea del Sud è uno dei confini più tesi degli ultimi tempi. Per alcuni che visitano l’area, la zona DMZ è l’unico scorcio del misterioso e brutale paese, la Corea del Nord, che potranno mai avere. Ci sono varie piattaforme di visualizzazione dal lato sud coreano che guardano verso nord verso la Corea del Nord. La striscia che confina con ogni paese è stata decisa alla fine delle guerre coreane come parte dell’accordo di armistizio coreano. L’area è spesso utilizzata come luogo di auto-riflessione: per riflettere sullo stato dei nostri sistemi politici e sulle libertà di cui godiamo oggi. Sono disponibili visite guidate presso la DMZ, che spiegano in dettaglio le atmosfere politiche e sociali di ogni distinto paese.

Quali sono le attrazioni della Corea del Sud che lei considera più interessanti?

Ir arriba