25 Principali attrazioni turistiche a Barcellona

Barcellona è una delle destinazioni turistiche più popolari al mondo, che attira milioni e milioni di visitatori ogni anno, quindi perché è così popolare? Beh, ha quasi tutto quello che ogni turista vorrebbe.

È anche un paese delle meraviglie, che ospita molti monumenti riconoscibili.La varietà è la parola d’ordine di Barcellona e la città ha qualcosa per tutti, famiglie, coppie e single.Ci sono le attrazioni turistiche a Barcellona che i viaggiatori non dovrebbero mancare se decidono di visitare la capitale catalana:

I migliori tour organizzati

  • Il miglior tour di Barcellona con accesso prioritario alla Sagrada Familia – 1764 recensioni
  • Montserrat e Cava-Tasting Tour per piccoli gruppi di Barcellona – 975 recensioni
  • Barcelona Half-Day Bike Tour – 927 recensioni
  • Museo di Salvador Dali, Figueres, Cadaques Tour da Barcellona – 911 recensioni

25. Monastero di Pedralbes

La tranquilla bellezza del Monastero di Pedralbes è un porto sicuro per i viaggiatori che vogliono sfuggire al trambusto di Barcellona. I corridoi esterni ad arco si affacciano su palme ondeggianti.I suoi occupanti originali erano le clarisse, monache di famiglie per lo più nobili, con l’incarico di proteggere la città.Alcune monache vivono ancora oggi nel monastero, che oggi ospita il museo della città.

24. Palau Guell

Barcellona è piena di edifici significativi progettati dal noto architetto Antoni Gaudi.Un buon posto per i visitatori per iniziare ad apprezzare il suo lavoro è il Palau Guell o Palazzo Guell.è una delle sue prime opere principali, e dà il tono per i suoi progetti a seguire.Gaudi ha progettato il Palau Guell per un residente estremamente ricco. Poiché il magnate si è divertito molto, la casa è stata progettata intorno a un salone centrale, con altre stanze progettate per soddisfare le esigenze della famiglia.L’uso dello spazio e dell’illuminazione del Palau Guell da parte di Gaudí è stato innovativo per i suoi tempi.

23.Poble Espanyol

Costruito nel 1929, il Poble Espanyol è un enorme museo a cielo aperto quattro volte più grande del campo di calcio dell’FC Barcelona. Il complesso è composto da varie sezioni, ognuna delle quali rappresenta una specifica regione spagnola. Vi è anche un fiorente mercato dell’artigianato, perfetto per lo shopping di souvenir. Qui si può passeggiare dall’Andalusia alle Isole Baleari in un paio d’ore, visitando copie sorprendentemente buone delle strutture caratteristiche della Spagna. Il villaggio ospita anche la Fondation Fran Daurel, dove si può godere di un’interessante collezione di artisti come Picasso e Miró.

22.Fundacio Joan Miro

Joan Miro è stato uno degli artisti più famosi di Barcellona, un maestro che ha creato opere conosciute in tutto il mondo. Di solito le fondazioni vengono create dopo la morte di una persona per onorare le sue idee, ma Miro ha creato la sua eredità creando la Fundacio Joan Miro in prima persona, un luogo dove gli artisti più giovani potessero esplorare l’arte contemporanea, con le opere di Miro che costituiscono il nucleo di questo studio.La fondazione è stata aperta in un edificio moderno nel 1975 ed è un buon posto per vedere una grande collezione di opere di Miro in un unico luogo.

21.Museu Nacional d’Art de Catalunya

Situato in cima ad una collina, il Museu Nacional d’Art de Catalunya assomiglia più ad un enorme castello che ad un museo d’arte, un museo che custodisce il riscatto di un re in tesori. È qui, tuttavia, che i visitatori troveranno la più grande arte catalana dal X secolo al XX secolo. Qui i visitatori troveranno impressionanti murales romanici che abbelliscono le absidi delle chiese e l’arte gotica dell’epoca in cui la Catalogna si stava espandendo in tutto il Mediterraneo. Arco di Trionfo

L’Arco di Trionfo fu costruito nel 1888 per accogliere i visitatori internazionali dell’Esposizione Universale di Barcellona, la fiera mondiale dell’epoca. L’imponente arco decorativo si trova sul Passeig Lluís Companys, un lungomare. Un fregio accoglie i visitatori della mostra, mentre i rilievi esaltano l’agricoltura, l’industria e il commercio. La parte superiore dell’arco presenta scudi provenienti dalle 49 province spagnole, sormontati dallo stemma di Barcellona.

19.Sant Pau Recinte Modernista

I viaggiatori amanti dell’art nouveau vorranno sicuramente mettere Sant Pau Recinte Modernista sul loro secchio di Barcellona. L’ex ospedale, con una facciata che assomiglia a una chiesa, è il più importante sito di Art Nouveau in Europa.Sant Pau Recinte Modernista è stato costruito nel primo terzo del XX secolo come ospedale e centro di ricerca sanitaria, e per 100 anni ha servito a questo scopo, e oggi ospita una varietà di organizzazioni internazionali.Il complesso, con tunnel sotterranei che collegano l’edificio, ha un padiglione dedicato alla storia della medicina a Barcellona.

18.Placa de Catalunya

Ogni città ha una grande piazza dove la gente si riunisce per festeggiare, piangere o semplicemente per vedersi.New York ha Times Square, Pechino ha Piazza Tienanmen e Barcellona ha Placa de Catalunya.Il centro nevralgico della città è un luogo dove incontrare gli amici, sedersi sull’erba o fare una pausa dallo shopping nei negozi vicini. La piazza è il centro nevralgico della città, un luogo di incontro per gli amici, per sedersi sull’erba o per fare una pausa per lo shopping nei negozi vicini. La piazza è un luogo di incontro per gli amici, per sedersi sull’erba o per fare shopping nei negozi vicini. Il Palau de la Musica Catalana è un’attrazione turistica a sé stante, con le sue vetrate e gli enormi lampadari. L’interno della vecchia sala è stato paragonato all’interno di un uovo Faberge, mentre una sala più piccola è più moderna e sobria, ma ancora opulenta.

16.Tibidabo

Il viaggiatore che colleziona viste panoramiche dovrebbe andare in cima al Tibidabo, a 512 metri di altezza, la montagna più alta che domina Barcellona. Il modo più semplice per arrivarci è la prima funicolare della Spagna, ma su questa cima c’è molto di più di una vista mozzafiato. C’è la chiesa della Sagra Cor che ha richiesto 60 anni per essere costruita ed è sormontata da una scultura del Sacro Cuore di Gesù. Lo spazio di condivisione con questa imponente chiesa è un parco di divertimenti e una torre di telecomunicazioni. Tutti e tre sono visibili da Barcellona sotto.

15.Parc de la Ciutadella

Il Parc de la Ciutadella è un posto molto più felice oggi di quando fu fondato nel 1714. Dopo la conquista di Barcellona, Filippo V fece costruire una cittadella – la più grande d’Europa – con lavori forzati per mantenere il controllo sui catalani. Nel corso dei secoli si trasformò in un luogo di pace, diventando una delle principali oasi verdi della città. Il Parco della Cittadella fu il luogo dell’Esposizione Universale del 1888. Oggi ospita uno zoo, un piccolo lago, il Museo di Scienze Naturali e Als Voluntaris Catalans, una scultura in onore dei catalani uccisi nella prima guerra mondiale.

14.Cattedrale di Barcellona

Aggiungi la Cattedrale della Santa Croce e Santa Eulalia, come è ufficialmente conosciuta, alla lista dei bellissimi edifici gotici di Barcellona. Eulalia, compatrona di Barcellona, che fu uccisa dai romani mettendola in un barile di coltelli e facendola rotolare per la strada. Tutta la chiesa è ornata, con torri e guglie che si innalzano verso il cielo. Museu Picasso

Con oltre 4.000 opere del pittore, il Museu Picasso ospita una delle più vaste collezioni di opere d’arte dell’artista spagnolo del XX secolo Pablo Picasso.In particolare, il Museu Picasso rivela il rapporto di Picasso con la città di Barcellona, un rapporto che si è formato nella sua giovinezza e adolescenza, e che è continuato fino alla sua morte.il museo è ospitato in cinque palazzi medievali adiacenti a La Ribera di Barcellona.

12. La Boqueria Market

I buongustai possono pensare di essere morti e di essere andati in paradiso quando visitano La Boqueria Market, un mercato colorato (e un’attrazione turistica) nel centro storico della città. Situato appena fuori La Rambla, il mercato risale al 1297, quando la carne veniva venduta alle porte della città. Comprate i prodotti per un pranzo al sacco o mangiate in uno dei numerosi ristoranti prima di continuare la visita della città.

11.Santa Maria del Mar

La bella Santa Maria del Mar (Santa Maria del Mare) è un’icona per i cattolici catalani.La costruzione di questa chiesa massiccia è iniziata nel 1329 quando il re aragonese Alfonso IV pose la prima pietra angolare delle fondamenta.Anche se l’esterno sembra severo, l’interno compensa ampiamente questo fatto.Le belle vetrate, le alte colonne strette e la semplicità del design invocano sensazioni di spaziosità e serenità.Nel corso dei secoli, la cattedrale è stata danneggiata da terremoti e incendi, ma ha sempre ritrovato la sua bellezza.

10. Camp Nou

Uno per gli appassionati di sport, ma pur sempre una delle attrazioni più popolari di Barcellona.Questo stadio ospita i formidabili campioni europei di calcio F.C.Barcelona.Con una capacità di 99.000 persone, questo stadio sportivo mozzafiato è il più grande d’Europa.Un tour del terreno è sicuramente utile e non si sa mai, potreste avere la fortuna di assistere a una partita!

9.Montjuïc

Montjuïc è un’ampia collina poco profonda con una cima relativamente piatta a sud-ovest del centro città.il lato orientale della collina è quasi una scogliera a strapiombo, che offre una vista dominante sul porto della città immediatamente sotto.la cima della collina è stata sede di diverse fortificazioni, l’ultima delle quali rimane oggi. Un altro luogo interessante è il Palau Nacional (Palazzo Nazionale), originariamente costruito come padiglione centrale dell’Esposizione Internazionale; il maestoso edificio in stile neobarocco ospita il Museu Nacional d’Art de Catalunya (MNAC); Montjuïc è anche sede di una serie di impianti sportivi costruiti per le Olimpiadi del 1992.

8.Casa Milà

Costruita tra il 1906 e il 1910, Casa Milà (La Pedrera) è stata l’ultima opera civile progettata dall’architetto catalano Antoni Gaudi. L’edificio è considerato una delle più eccentriche e seducenti realizzazioni architettoniche con un bordo non rettilineo all’esterno, ma anche una grande esposizione di opere di Gaudí, che copre la Sagrada Familia e Casa Batlio, non solo la Pedrera stessa.

7.Gothic Quarter

Old è buono, soprattutto quando si tratta del Barrio Gotico, situato nella parte più antica della Città Vecchia di Barcellona. Alcuni dicono che il quartiere risale a 2.000 anni fa, ma ciò che i viaggiatori vedranno oggi non è così antico: un labirinto di stradine strette fiancheggiate da edifici dal Medioevo al XIX secolo. I viaggiatori vedranno il Quartiere Ebraico, considerato la parte più bella del Quartiere Gotico; percorreranno i sentieri dove un giovane Picasso andava a scuola; mangeranno al Can Culleretes, il più antico ristorante di Barcellona, risalente al 1796, e faranno shopping al colorato mercato della Boqueria.

6.Barceloneta

Tra le sette spiagge di Barcellona, che si estendono per 4,5 km di costa, la Barceloneta è probabilmente la più popolare e la più vicina al centro della città.», ‘Non sorprende che questo posto possa diventare affollato, soprattutto durante i mesi estivi, quando i bar sulla spiaggia si aprono e la spiaggia si riempie rapidamente di gente del posto e turisti.

5. Font Màgica

Font Màgica è una fontana situata sotto il Palau Nacional sulla collina di Montjuïc e vicino alla Plaça d’Espanya e al Poble Espanyol de Barcelona. La fontana, come la maggior parte degli edifici circostanti, è stata costruita in occasione dell’Esposizione Internazionale di Barcellona del 1929. In alcune serate selezionate, quando la fontana è attivata, attira centinaia di visitatori che assistono alla spettacolare esposizione di luce, acqua e musica; allo stesso tempo, il Palau National è illuminato e offre uno splendido sfondo.

4.Casa Batllo

È difficile trovare le parole per descrivere Casa Batllo, forse perché sembra un carnevale impazzito. Uno degli edifici più famosi dell’architetto Antoni Gaudi, Casa Batllo è un miscuglio di colori, materiali da costruzione e stili di «come si deve»: una grande cupola a cipolla che ricorda una moschea, una coloratissima linea ondulata del tetto in tegole e molte sculture, che ha trasformato un edificio ottocentesco in Casa Batllo, a volte chiamata «casa delle ossa» per le numerose fauci di una scultura. Era una casa senza eguali, ma non tutti si sentirebbero a proprio agio a vivere in.

3.Parc Guëll

Con altre opere importanti della città tra cui La Casa Batlló e La Pedrera, questa deve essere una delle più celebrate di Antoni Gaudí ed è certamente una delle più emblematiche di Barcellona. In origine, la zona doveva essere uno sviluppo immobiliare residenziale, con Gaudí che si occupava della pianificazione e della progettazione del paesaggio. Sono state costruite solo due case e il terreno è stato successivamente venduto alla città di Barcellona e trasformato in un parco, dove si trova la famosa scultura della Salamandra, oltre ad altri edifici e strutture progettate dall’architetto. La Rambla

Questa è probabilmente la strada più famosa della città ed è un vivace alveare di attività.Spesso viene chiamata Las Ramblas, perché in realtà si tratta di una serie di strade diverse che hanno tutte un’atmosfera distinta.Situato appena fuori da Plaza Catalunya e che porta dritto verso il porto e la spiaggia, i visitatori troveranno artisti di strada, molti bar e ristoranti e il favoloso Mercato della Boquería, una vera festa per gli occhi.

1.Sagrada Familia

La Sagrada Familia è l’attrazione più popolare di Barcellona, attirando quasi 2,8 milioni di visitatori ogni anno.La costruzione iniziò nel 1882 e continua fino ad oggi, rendendola la più grande chiesa cattolica incompiuta del mondo.Antoni Gaudí assunse il ruolo di architetto l’anno successivo e vi lavorò fino alla sua morte nel 1926. Gli architetti attuali stanno seguendo il progetto di Gaudí, che si basa sullo stile gotico e bizantino, con 18 torri di diverse altezze, ognuna dedicata a una diversa figura biblica. I visitatori saranno affascinati dagli elementi di design e dal simbolismo religioso presenti in tutti gli spazi della chiesa.

Ir arriba