10 Luoghi da visitare in Aragona, Spagna

L’Aragona è una regione senza sbocco sul mare nel nord-est della Spagna, famosa per la sua caratteristica architettura mudéjar in stile moresco, ma con molte attrazioni meno conosciute che sicuramente vi attireranno fuori dai sentieri battuti.

Mappa di Aragona, Spagna

Scoprite le città e i villaggi medievali di Aragona con le loro fortezze fiabesche, i fantastici bar di tapas e il loro stile di vita rilassato, oppure passeggiate nei parchi nazionali della regione, dove potrete scoprire straordinarie bellezze naturali incontaminate dai turisti, avvistare la fauna e gli uccelli in via di estinzione e vivere indimenticabili avventure all’aria aperta.

10.Calatayud

Situata sul fiume Jalon e circondata dalle montagne del Sistema Iberico, Calatayud è la quarta città più grande dell’Aragona. Risalente all’epoca romana, fu costruita come Augusta Bilbilis sull’antico sito di una città celtiberiana, ma presto abbandonata.

I Mori ricostruirono la città moderna così come la conosciamo vicino al castello di Ayyub intorno al 716 CE.Oggi, il centro storico di Calatayud ospita un vivace mercato, piccoli negozi e alcuni dei migliori esempi di architettura mudéjar in Aragona. Date un’occhiata alla Chiesa di San Pedro dei Franchi con la sua insolita torre pendente, la Chiesa di Santa Maria e un campanile di ispirazione mudéjar conosciuto come La Parraguia de San Andres.

Altri luoghi interessanti da vedere sono la Collegiata di Santa Maria Maggiore, una chiesa in mattoni costruita sul sito di una ex moschea, la Porta Terrer del XVI secolo, e le case grotta abbandonate scavate nella roccia sopra la città; qualsiasi cosa facciate, non perdetevi le rovine di Bílbilis – il luogo di nascita di Martial, un famoso poeta nato qui nel 40 d.C. La vecchia Bilbilis ha cinque incredibili castelli circondati da mura fortificate che vale la pena esplorare.

9.Tarazona

Fondata in epoca romana ai piedi del Moncayo, Tarazona era un tempo una prospera città romana. Dopo la caduta dell’Impero Romano nell’VIII secolo, divenne una città musulmana prima di essere conquistata da Alfonso I d’Aragona e divenne la sede della diocesi di Tarazona. Con il passare del tempo, la popolazione è cresciuta fino a comprendere cristiani, ebrei e musulmani, e gran parte di questa influenza è stata fusa nella città di oggi.

Leggendaria per la sua imponente architettura, Tarazona ospita una delle più insolite cattedrali di Aragona, che combina una struttura gotica con torri mudéjar e una facciata barocca. Tra gli altri luoghi di interesse vi sono il Palazzo Vescovile in stile rinascimentale, il Municipio del XVI secolo e la Chiesa della Maddalena e il Convento di Concepción in stile mudéjar. L’arena poligonale del XVIII secolo è una vera e propria attrazione – circondata da case, è l’unica arena abitata al mondo!

Per gli amanti del vino e della buona cucina, Tarazona offre alcuni dei migliori ristoranti e ospitalità di Aragona, infatti molte delle attività ruotano intorno al cibo e alle bevande, la più famosa delle quali è la Festa di San Atilano. Questa insolita festa, che si svolge nel mese di agosto, coinvolge un «Cipotegato», che attraversa la città e si fa pelare di pomodori.

8.Parco Naturale Posets-Maladeta

Il Parco Naturale Posets-Maladeta è situato nei Pirenei nord-orientali e vanta alcune delle cime più alte della Penisola Iberica. Con alcuni affascinanti musei in città, oltre a strade incantevoli che vantano ‘, ‘Il parco stesso è molto amato per il suo ecosistema variegato che va da abbondanti ghiacciai e montagne innevate a laghi alpini panoramici e fitti boschi d’altopiano.

Il paesaggio così fotogenico ospita una ricca varietà di fauna selvatica, come orsi, lontre, cervi, cervi, cinghiali, capre e marmotte – rendendo un’escursione attraverso il parco una vera e propria avventura per gli amanti della natura. Distribuito su tre valli orientali, il Parco Naturale Posets-Maladeta comprende i pittoreschi villaggi di Benasque, Gistaín, Montanuy, Sahún, San Juan de Plan e i loro dintorni. Sono disponibili sentieri escursionistici segnalati e, man mano che ogni sentiero sale a diversi livelli di altitudine, c’è qualcosa per tutti i livelli di fitness.

Se siete interessati agli uccelli, mettete in valigia il vostro binocolo – aquile reali, avvoltoi e gipeti sono spesso avvistati qui.Se siete fortunati, forse vedrete anche un gufo boreale.Una cosa è certa: vi è promessa un sacco di aria fresca!

7.Castello di Loarre

Appollaiato precario su uno sperone roccioso alle pendici meridionali dei Pirenei, il Castello di Loarre è un castello romanico, uno dei più antichi e imponenti castelli medievali spagnoli.

Costruito durante i secoli XI e XII in un luogo tattico al confine tra i territori cristiani e quelli moreschi, la posizione a strapiombo del castello ha reso necessaria la sua costruzione in più parti e circondato da mura fortificate.

Oggi il castello è considerato la più importante fortezza romanica della Spagna, con una pletora di passaggi segreti, segrete e torri semicircolari, e si distingue per la sua pianta irregolare, la chiesa chiusa di San Pedro e la «Torre della Regina» con le sue finestre a doppio arco, influenzate dall’architettura lombarda e mozarabica.

Attenzione alle scimmie scolpite nelle colonne del portale che significano «non sentire il male, non vedere il male e non parlare il male»: una delle regole del castello dichiarava che tutti i rapporti interni dovevano essere nascosti al mondo esterno.

6.Alquezar Where to Stay

Entrare nel villaggio medievale di Alquezar, costruito intorno a una cittadella moresca dell’VIII secolo in cima alla collina e a cui si accede attraverso una porta gotica, è come fare un passo indietro nel tempo. Troverete un’antica piazza fiancheggiata da strade acciottolate e case di pietra porticate.

Quando i cristiani hanno preso possesso del villaggio, hanno costruito la collegiata di Santa Maria la Mayor dell’XI secolo (ricostruita nel XVI secolo) – oggi una delle attrazioni turistiche più visitate della regione. L’altra rivendicazione di fama del villaggio sono le oltre 60 grotte, che ospitano pitture rupestri preistoriche, e il Museo Etnologico di Casa Fabian, dove è possibile conoscere la storia della regione e le sue tradizioni vinicole, merita una ‘, ‘È la destinazione ideale per una serie di avventure all’aria aperta, come escursioni a piedi, in bicicletta, a cavallo, arrampicata e canyoning.

5. Jaca

Soprannominata «la Perla dei Pirenei», Jaca è una città vivace e popolare meta turistica lungo la via di pellegrinaggio del Cammino di Santiago. Situata vicino ad Astun e Candanchu, Jaca offre anche una base più tranquilla per una vacanza invernale sugli sci nei Pirenei aragonesi.

Risalente al III secolo a.C., questa città spagnola si distingue per molte caratteristiche, tra cui spiccano la Cittadella di Jaca del XVI secolo, una fortezza pentagonale che ospita il Museo delle Miniature Militari. Altri luoghi affascinanti da esplorare nella città vecchia sono la Cattedrale di San Pedro dell’XI secolo con i suoi affreschi romanici e gotici, la Torre dell’Orologio gotica del XV secolo (o Torre della Prigione), il monastero benedettino e il Ponte San Miguel.

Ti è venuto appetito? Siediti e guarda la gente in uno dei numerosi e bizzarri bar di tapas, te lo sei guadagnato!

4.Teruel

Teruel è una delle più piccole capitali della Spagna e ospita solo 35.000 residenti permanenti. Tuttavia, ciò che le manca in termini di folla, è più che compensato dai monumenti e dai punti di riferimento medievali: la città è nota per la sua architettura mudéjar, i fossili di dinosauri e gli innumerevoli edifici storici.

Per il miglior esempio di architettura mudéjar, visitate la Cattedrale di Teruel del XII secolo e ammirate il suo suggestivo soffitto dipinto raffigurante la vita medievale.Scoprite gli arazzi del XVII secolo nel Convento di San Francisco, ammirate le eccellenti sculture in legno del Museo Diocesano e visitate Dinopolis, uno dei più grandi musei di paleontologia del mondo.

Ma non è tutto. La Plaza del Torico è il cuore letteralmente pulsante della città; si possono trovare musica dal vivo, balli e ogni genere di attività in qualsiasi momento della giornata. Non dimenticate di salire sul campanile della Torre de San Salvador per godere di una vista straordinaria sulla città.

3.Saragozza Dove alloggiare

Saragozza è una delle capitali più sottovalutate della Spagna – è la quinta città più grande, eppure probabilmente non la conoscete. Situata sul Rio Ebro, ospita più della metà degli abitanti dell’Aragona ed è sempre in fermento. Troverete alcuni dei migliori tapas bar qui!

Nel corso di 2000 anni, Saragozza è stata governata da Romani, Mori e Cristiani, che hanno lasciato un’impronta. Il centro storico della città ospita alcuni dei migliori esempi di architettura moresca al di fuori dell’Andalusia – ed è quasi completamente privo di traffico! i limiti del villaggio. Arroccato

Scoprite le rovine romane del Teatro Romano, il Palazzo dell’Aljaferia del XI secolo con i suoi splendidi archi arabi e gli elaborati intagli, ammirate le chiese in stile mudéjar ed esplorate la Basilica di Nuestra Senora del Pilar in stile barocco.

Gli amanti dell’arte saranno in paradiso a Saragozza, il posto migliore per vedere le opere dell’artista spagnolo Francisco de Goya, nato nelle vicinanze. Il Museo Goya ospita 15 delle sue opere più importanti.

2.Albarracin Where to Stay

Albarracin è una piccola città medievale in equilibrio teatrale sulle scogliere verticali della Spagna centro-orientale. Costruita in una posizione strategica sopra il fiume Guadalaviar, al confine con i tre antichi regni di Castilla, Aragona e Valencia, Albarracin ha avuto la sua parte di dominio berbero, islamico e cristiano, di cui si può vedere ancora oggi.

Caratterizzato da mura fortificate, architettura moresca, antichi siti archeologici e strade ripide e tortuose, Albarracin offre molto per gli avventurosi. Passeggiate lungo le mura di Albarracin e passeggiate nel labirinto di strade acciottolate e di edifici rosa.

Non perdetevi la Casa del Chorro, la Casa de la Julianeta e la Casa de la Calle Azagra, che sono alcuni degli esempi meglio conservati delle antiche case a schiera di Albarracin. Se siete sopraffatti, le passeggiate guidate sono un modo più semplice per vedere le attrazioni di questo villaggio labirintico.

Altre attrazioni degne di nota sono la Cattedrale di Albarracin e la Plaza Mayor – il cuore pulsante della città. Non dimenticate di scattare una foto degna di Instagram in Calle Portal de Molina!

1.Parco Nazionale di Ordesa

Aperto dal 1918, il Parco Nazionale di Ordesa è stata la prima area protetta in Spagna – e per una buona ragione. Questo spettacolare paesaggio dei Pirenei è pieno di valli lussureggianti e boscose, di fiumi scroscianti, di cascate sorprendenti e di prati erbosi, ma soprattutto di fauna selvatica e di uccelli spettacolarmente rari!

L’escursionismo è l’attrazione principale del parco, e il suo terreno vario significa che ci sono sentieri per tutti i livelli di difficoltà.

Il parco è composto dalle valli glaciali dell’Ordesa e della Pineta, dal fiume Anisclo e dalla Garganta de Escuain, la più famosa delle quali è la valle dell’Ordesa, con le sue imponenti pareti rocciose che si estendono verso il Monte Perdido, la terza cima più alta dei Pirenei.

Tenete d’occhio i grifoni lungo i sentieri e i rari avvoltoi barbuti (spesso con un’apertura alare di due metri) – i Pirenei spagnoli ospitano la più grande popolazione d’Europa! Il parco ha anche messo in pericolo i Sarrios (camosci dei Pirenei) e diverse coppie di

Ir arriba