12 Cose migliori da fare a Puebla City

Puebla City, nel Messico centrale, è probabilmente una delle città più sottovalutate del Messico, forse solo la quarta del paese per grandezza, ma la sua cucina decadente, l’iconica ceramica Talavera e l’affascinante mix di architettura barocca, rinascimentale e classica la rendono meritevole di questo viaggio.

Nascosta nella valle di Cuetlaxcoapan, rivestita di montagne e vulcani, Puebla è soprannominata la «culla del barocco messicano», con meraviglie religiose e storiche che vanno da monasteri e palazzi a musei e gallerie d’arte dietro ogni angolo. Infatti, si ritiene che abbia ben 365 chiese – una per ogni giorno dell’anno!

12.Volcan el Cuexcomate

Volcan el Cuexcomate (il Vulcano del Cuexcomate) è il più piccolo vulcano della Terra, nonostante non sia tecnicamente classificato come vulcano. Situato nel quartiere di Libertad, è in realtà un geyser inattivo con un interno che può essere esplorato attraverso una scala metallica.

Secondo la leggenda locale, si crede che Cuexcomate sia il figlio dell’amore di due vulcani: il vulcano Iztaccihuatl e il vulcano Popocatepetl, ma per quanto riguarda la storia, in realtà si è formato in seguito all’accumulo di idrogeno solforato dopo l’eruzione del vulcano Popocatepetl nel lontano 1064.

Ai suoi tempi, il geyser veniva usato come luogo per smaltire i rifiuti della città e i corpi delle persone che si erano suicidate, in quanto non erano considerati degni di una sepoltura adeguata.

11. Museo Internacional del Barroco

Il Museo Internacional del Barroco (Museo Internazionale del Barocco) è un museo dalla forma particolare, dedicato a tutto ciò che è arte barocca, progettato dall’architetto giapponese Toyo Ito, per essere resistente ai terremoti, è caratterizzato da pareti di cemento, vetro, piscine riflettenti e molta luce naturale.

Lo stile barocco era popolare tra il 1598 e il 1752, e il museo mostra tutte le caratteristiche di questo periodo insolito attraverso opere d’arte, spettacoli teatrali, letteratura, costumi tradizionali, musica e danza.

Inaugurato nel 2016, il Museo Internacional del Barroco è ancora piuttosto nuovo: è possibile trascorrere ore e ore a visitare le numerose mostre, temporanee e permanenti, con dipinti e sculture, installazioni e mostre interattive che raccontano l’epoca barocca.

10.Africam Safari

Africam Safari è un parco safari alla periferia della città di Puebla, aperto al pubblico nel 1972, inizialmente era la fattoria privata del capitano Carlos Camacho Espíritu, un famoso uomo d’affari messicano. Il suo nome deriva dalla combinazione del suo cognome con l’Africa, da cui proviene la maggior parte degli animali.

Oggi, il parco safari vanta una varietà di ecosistemi e habitat naturali diversi dove gli animali possono vagare liberamente.circa 2.500 animali di 350 specie diverse chiamano il parco casa, tra cui giraffe, bufali d’acqua asiatici, elefanti africani, rinoceronti bianchi, orsi neri americani e stambecchi nubiani – per citarne solo alcuni.

Non perdetevi l’Adventure Zone – un’area senza auto dove i visitatori possono esplorare un parco di farfalle, un erpeto, un insettario, un giardino botanico, oltre a mostre di canguri e pipistrelli.Altri punti salienti del parco sono gli spettacoli di uccelli, una teleferica e il Safari notturno, dove è possibile esplorare il parco di notte quando gli animali sono più attivi.

9. Estrella de Puebla

L’Estrella de Puebla (la Stella di Puebla) è l’alternativa del Messico al London Eye del Regno Unito.

Una volta era la più grande ruota panoramica del mondo al momento della sua costruzione, l’Estrella de Puebla rimane la più alta del suo genere in America Latina, ma è particolarmente spettacolare di notte quando la città è illuminata sotto di voi.Una rotazione completa dura mezz’ora ed è un ottimo modo per vedere i famosi punti di riferimento della città e i vulcani.

All’interno del complesso del Parco Lineare che ospita la Stella di Puebla, troverete anche il Parco dell’Arte, il Parco Metropolitano e la Passeggiata sul fiume Atoyac.

8.Rovine della Cantona

Le rovine della Cantona sono un sito archeologico mesoamericano situato a circa un’ora di macchina da Puebla, in Messico. Mentre gli scavi sono iniziati, si ritiene che oggi si possa vedere meno del 10% dell’antica città originale – da strade acciottolate, patii e residenze private a campi da ballo, templi e un’acropoli.

Durante la sua giornata, Cantona era una città murata su un’importante via commerciale tra la Costa del Golfo e gli Altipiani Centrali. Distribuita in tre sezioni separate, era considerata una delle più grandi e moderne città dell’epoca pre-ispanica durante il suo periodo di massimo splendore.

La città era al suo massimo splendore tra il 600 e il 1.000 CE, poi abbandonata dopo il 1.050 d.C. I punti salienti di Cantona includono la Piazza della Fertilità della Terra e il museo in loco.

7.Chiesa di Santo Domingo

La Chiesa di Santo Domingo, oggi conosciuta come Kewa Puebla, è una chiesa storica della missione a Puebla. Costruita per la prima volta nel 1607, la chiesa fu inizialmente distrutta dalla gente del posto in segno di ribellione durante l’invasione spagnola; fu poi ricostruita da Fra’ Antonio Zamora nel 1700 ma distrutta di nuovo dalle inondazioni.

Santo Domingo è rimasta dieci anni senza una chiesa in città; l’attuale chiesa di Santo Domingo fu ricostruita solo nel 1886 e progettata nello stesso stile della chiesa originale. I visitatori possono ora esplorare l’interno della chiesa storica visitando Kewa Puebla.Non perdetevi la fiera delle arti e dell’artigianato che si tiene durante la Festa del Lavoro e le varie feste che si tengono a Natale.

6.Fuertes de Loreto

La Fuertes de Loreto del XVIII secolo (Forte Loreto) è un punto di riferimento storico militare e una fortezza della città di Puebla. Costruito inizialmente come santuario religioso nel 1600, fu fortificato due secoli più tardi, quando fu teatro di una delle più famose battaglie della storia messicana, oggi contrassegnata dall’annuale Cinco de Mayo.

Nel Museo del Non Intervento i visitatori possono approfondire la loro conoscenza della famigerata Battaglia di Puebla, dove sono esposti lettere, documenti e dipinti della famigerata battaglia, oltre a vecchie uniformi militari e armi. C’è anche una mostra su Benito Juarez, il primo presidente messicano.

Mentre siete qui, visitate il circostante parco del Centro Civico Cinco de Mayo con il suo stadio di calcio, il planetario, i campi da gioco e il Museo Imagina.

5.Museo Amparo

Il Museo Amparo (il Museo Amparo) è uno dei musei storici più rappresentativi del Messico. Distribuito su due edifici coloniali del XVII e XVIII secolo (uno, un ex ospedale), il museo racconta l’affascinante storia del Messico con opere d’arte preispanica, moderna e coloniale, oltre a ceramiche, ceramiche e murales antichi.

I manufatti mesoamericani includono le stele maya, una varietà di mobili antichi e trabeazioni centenarie.Quando avrete fatto il pieno di storia messicana, fermatevi per un rinfresco sulla terrazza del caffè sul tetto.Sono disponibili visite guidate.

4.Biblioteca Palafoxiana

La Biblioteca Palafoxiana è un’importante biblioteca pubblica nel centro di Puebla.Infatti, essendo stata fondata nel 1646, è la più antica biblioteca pubblica delle Americhe. Al suo interno si possono scoprire oltre 41.000 opere di letteratura messicana e internazionale, dai libri ai manoscritti, molti dei quali risalgono al XV secolo.

Anche se la biblioteca è stata danneggiata da due terremoti del 1999, è riuscita a sopravvivere, e la sua ricostruzione del 2003 è il luogo perfetto per una lettura tranquilla.Tre strati di librerie in cedro intagliato, legno di coloyote e pino bianco circondano le pareti. Tra i reperti più interessanti ci sono i primi dizionari del Nuovo Mondo e il 1493 Nuremberg Chronicle.

3.Callejon de los Sapos

Il Callejon de los Sapos (il Vicolo dei Rospi o il Quartiere dei Rospi), è una delle strade più famose di Puebla, caratterizzata da edifici di colore giallo brillante, arancione e blu.

Il suo insolito nome deriva dall’epoca coloniale, quando il fiume San Francisco inondò le sue rive sulla 6th South Street. Per sfruttare l’acqua in eccesso, gli abitanti del luogo costruirono dei mulini lungo la Callejon de los Sapos, che a loro volta portarono un’abbondanza di rospi nella zona. Mentre oggi non rimangono molti rospi, c’è una fontana di rospo che rende omaggio alla storia unica della strada.

Un’attrazione principale è il Toad Alley Market, dove si possono trovare libri antichi, ceramiche iconiche di Talavera e altri tesori interessanti la domenica mattina.visitatelo il venerdì o il sabato sera e potrete godervi la musica e l’atmosfera rilassata.

2.Zocalo

Lo Zocalo alberato è la piazza centrale più famosa di Puebla, in Messico. Questo parco-piazza è stato originariamente costruito a forma di rettangolo, ma è stato ridisegnato a forma di piazza in quanto considerato più attraente.

La piazza è stata il mercato principale di Puebla fino alla fine del XVIII secolo, e le corride si tenevano qui, come è noto, dal 1566 al 1722.

Oggi la piazza è sede di numerosi eventi culturali e politici, e non mancano affascinanti statue e sculture da esplorare, da Jan Hendrix a Monumento al Sitio de Puebla. Da non perdere la Fontana di San Miguel Arcangel (1777), il Municipio, la Casa de los Munecos e la Cattedrale di Puebla.

1. La Catedral de Puebla

La Catedral de Puebla (la Cattedrale di Puebla) è una chiesa coloniale cattolica romana che si affaccia sulla piazza Zocalo nel centro storico di Puebla, uno dei luoghi più sacri del Messico e una delle sue chiese più antiche, la Cattedrale di Puebla fu costruita per la prima volta nel 1575.

Costruita in un misto di stile rinascimentale e barocco, la cattedrale ha una facciata in pietra scura e due torri gemelle – una delle quali rimane un campanile – all’interno si possono esplorare 14 cappelle e un insolito altare ottagonale.

Ir arriba