Storia di Dar es Salaam

Spartitamente e Sun-Surched, Dar Es Salaam è il villaggio di pescatori che è venuto bene. Fondata dal Sultan Majid di Zanzibar nel 1862, i primi edifici sono stati costruiti vicino a Mzizima, un piccolo porto di pesca dell’oceano indiano. Di nome Dar Es Salaam, arabo per “rifugio della pace”, la città aveva un porto naturale e ci si aspettava di espandersi attraverso le piantagioni di cocco e il passaggio del commercio di roulotte.

Problemi di dentizione, tra cui una mancanza di lavoro, significava Era ancora incompiuto quando il Sultano morì nel 1870, mentre un focolaio di vaiolo, un uragano e una carestia nei decenni successivi tenevano la popolazione piccola. La salvezza è arrivata sotto forma della società tedesca dell’Africa orientale, che ha stabilito una stazione commerciale in città nel 1887, rovesciando i governanti arabi e estendendo la colonizzazione tedesca della costa dell’Africa orientale.

Dar es Salaam è cresciuto Il Centro Amministrativo e commerciale dell’Africa orientale tedesca, prima che alla fine abbia fatto il suo capitale. L’aumento dell’immigrazione ha aiutato la popolazione a crescere e Dar es Salaam cominciò a espandersi dal porto. Le nuove linee del treno sono state completate ma, proprio come sono stati approvati i piani per estendere ulteriormente la capitale, la seconda guerra mondiale è scoppiata.

Questo ha girato la città sulla sua testa. Come stronghold tedesco, Dar è stato preso di mira dalla Royal Navy con HMS Astaea e HMS Pegasus trasformando le loro pistole in città nel 1914. Due anni dopo, le forze britanniche occuparono la città. Poco dopo, l’Africa orientale tedesca ha cessato di esistere e gli inglesi ribattezzati l’area Tanganyika.

Tanganyika ha raggiunto l’indipendenza nel 1961 e si è unita al vicino Zanzibar per formare Tanzania nel 1965. Nonostante le sue dimensioni e la sua forza, Dar es Salaam ha perso Il suo titolo come capitale del paese nel 1973, con la città centrale di Dodoma preferita invece.

Oggi, Dar Es Salaam si sta ancora espandendo rapidamente. I disordini religiosi e politici possono aver portato a attacchi alle chiese locali e al bombardamento dell’ambasciata degli Stati Uniti negli ultimi anni, ma il piccolo villaggio di pescatori sta trovando i suoi piedi di nuovo.

Lo sapevi?
• Dar Es Salaam è stato originariamente chiamato Mzizima, il che significa “città sana” in Swahili.
• Il soldato in cima al monumento di Askari Faces Dar Es Salaam Harbor, come ha fatto il suo predecessore, una statua di German Major Hermann von Wissmann che gli inglesi rimossi nel 1916.
• L’edificio più antico della città, vecchio Boma, è stato costruito per gli ospiti del Sultano nel 1867.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *