16 Le più affascinanti piccole città del Sudafrica

Il Sudafrica può essere la patria di grandi città conosciute da molti in tutto il mondo, ma il patrimonio e la cultura di questo crogiolo di un paese si possono vedere meglio nei numerosi villaggi e piccoli centri sparsi nelle valli e nelle pianure delle sue vaste campagne, conosciuti come ‘karoo’.I coloni olandesi, i rifugiati francesi, i coloni britannici, molti altri europei così come gli indigeni di questo paese hanno contribuito a tutta una serie di graziosi insediamenti, alcuni noti per i loro incredibili paesaggi naturali, altri noti per le loro reliquie del passato coloniale sudafricano.

I terreni agricoli, i parchi nazionali, i vigneti, la natura selvaggia, le montagne e la maestosità dell’Oceano Atlantico non sono solo lo sfondo ma anche il cuore pulsante di queste città e hanno definito le loro popolazioni dalla fondazione ai giorni nostri.

16.Nieu-Bethesda

Sebbene sia una città storica, Nieu-Bethesda, fondata nella provincia del Capo Occidentale nel 1875, è abbastanza famosa in Sudafrica per un’attrazione turistica in particolare, il Museo del Gufo, fondato dall’artista reclusa e straniera Helen Martins nella casa che ha ereditato dai suoi genitori, Martins ha iniziato a raccogliere statue di gufi e altri animali e a decorare la casa con loro, ispirandosi ai testi biblici e alla poesia. Secondo le sue ultime volontà la casa rimane aperta ai visitatori, ed è un ottimo posto dove venire per qualcosa che non sia un’escursione o una degustazione di vini.

15.Clarens

Risalente agli inizi del XX secolo, Clarens si trova nella provincia del Libero Stato e prende il nome dall’omonima città svizzera dove un’importante figura boera e presidente della Repubblica del Transvaal (dal 1952 al 1900) è stata in esilio. Il villaggio è circondato dalla catena montuosa del Rooiberg e a sud-est si trovano i monti Maluti, di colore viola e blu, che fanno di Clarens un ambiente particolarmente pittoresco in una campagna verdeggiante. Con la scoperta di molti fossili di dinosauri qui, Clarens è una grande città per venire a conoscere i dinosauri e la geologia della Terra di milioni di anni fa.

14. Paternoster

Uno dei più antichi villaggi di pescatori del Sudafrica, la città del Capo occidentale di Paternoster è nota per le sue aragoste, i cottage dei pescatori in bianco, e per la sua drammatica spiaggia – considerata una delle più belle della costa occidentale del Paese. Con il mare a disposizione, i visitatori qui possono fare snorkeling, kayak, immersioni subacquee e kitesurf, tra le altre attività.Nella vicina Cape Columbine si trova l’ultimo faro del Sudafrica controllato manualmente, che è uno spettacolo raro in tutto il mondo.

13. Hogsback

Situato nelle Amathole Mountains della provincia del Capo orientale, il piccolo villaggio di Hogsback si trova in una posizione privilegiata per esplorare l’area circostante, boschi, sentieri di montagna e fiumi che offrono bellissime cascate e pesca alla trota.Numerosi sentieri escursionistici conducono attraverso zone boscose e su per le colline, rendendo questa una destinazione popolare per i tipi all’aperto.È interessante notare che si dice che J.R.R. Tolkien è stato ispirato a creare la Terra di Mezzo dal paesaggio intorno a Hogsback – in particolare da ‘Mirkwood’ – poiché lo scrittore è nato in Sudafrica.vero o no, qui potete almeno immaginare!

12. Montagu

Fondata in una fattoria chiamata ‘Uitvlugt’ nel 1851, la città di Montagu è un paradiso di perfezione residenziale, con case imbiancate a calce e una chiesa riformata olandese molto fotogenica in città; altrove c’è il Museo Montagu che è stato fondato nel 1907 ed è esso stesso un Monumento Nazionale.Si trova a Western Cape, ed è particolarmente affascinante per la sua posizione ai piedi delle montagne di Langeberg. Le formazioni rocciose che la circondano la rendono molto popolare tra gli scalatori e gli escursionisti.

11.Cullinan

I cottage in pietra arenaria di Cullinan nella provincia di Gauteng rendono il vagabondare per questa famosa città un’esperienza piacevole, con molti dei vecchi edifici che oggi ospitano ristoranti e negozi. La città prende il nome dal magnate dei diamanti Sir Thomas Cullinan (anche il più grande diamante mai trovato prende il suo nome), e come tale offre tour delle sue miniere e dell’area mineraria. Il terreno accidentato che circonda Cullinan è anche popolare tra i visitatori più avventurosi.

10.Genadendal

Significa ‘Valley of Grace’ in afrikaans, Genadendal si trova in una posizione drammatica nelle Riviersonderend Mountains, che si trova a soli 90 minuti di auto da Città del Capo. La città si chiamava originariamente Baviaanskloof ed è stata costruita intorno al sito della più antica stazione della missione in Sud Africa, la Moravian Mission Station, fondata qui nel 1738. Il cartello fuori dal villaggio invita la gente a ‘visitare la storica piazza e la missione e fare un passo indietro nel tempo’ – quindi il vostro tempo è meglio trascorso qui vagando per questa piccola ma suggestiva fetta di Sud Africa.

9. Clanwilliam

Questa città nella Olifants River Valley, Western Cape, con le dighe Clanwilliam e Bulshoek, è particolarmente pittoresca. Con una popolazione di 7.600 abitanti, Clanwilliam è una piccola città che risale al 1660 quando i pionieri olandesi diedero al fiume Olifants River il nome dei numerosi elefanti che scoprirono sulle sue rive; la prima fattoria arrivò nella valle nel 1732, quando la città era conosciuta come Jan Disselsvlei, ma il cambio di nome avvenne all’inizio del 1800 con l’arrivo dei coloni inglesi. Oggi Clanwilliam è nota per il suo gruppo di graziosi edifici, tra cui la Chiesa Riformata Olandese del 1864, il suo tè rooibos e le escursioni nelle sue vicine colline.

8.Greyton

Questa piccola cittadina è un’incantatrice rurale, dove potreste incontrare un asino o una mucca errante mentre esplorate questa quintessenza della campagna sudafricana. Come molti in campagna, questo posto ha iniziato la sua vita come villaggio agricolo nel 1854 e ben presto è diventato la città che è conosciuta come oggi: pittoresco e tranquillo, con bei ristoranti e caffè da assaporare quando il caldo diventa troppo caldo – una combinazione di fascino antico e comfort moderni che fa sì che anche i sudafricani tornino a casa per le fredde vacanze del fine settimana.

7.Graaff-Reinet

Una delle città più antiche del Sudafrica, il Graaff-Reinet di Western Cape guadagna un posto in questa lista perché è pieno di edifici storici da ammirare durante la vostra visita. Relativamente grande rispetto a molte altre città che abbiamo descritto, gli edifici residenziali qui sono imbiancati a calce e urlano per essere fotografati, in particolare quelli di Parsonage Street e Somerset Street.la Chiesa Riformata Olandese, costruita alla fine del 19° secolo, troneggia su tutto ed è uno spettacolo impressionante.

6.Jeffreys Bay

Una città costiera nella provincia di Eastern Cape, Jeffreys Bay (più comunemente nota come ‘J-Bay’) si è fatta un nome come una sorta di mecca del surf; infatti, è conosciuta come la principale località per il surf in tutto il Sudafrica. In città c’è persino un Museo del Surf, completo di mostre ed esposizioni di tavole da surf, che ripercorre non solo la storia di questo sport ma anche lo sviluppo del surf nella città stessa; questo è nato dalla comunità hippie della città negli anni ’60 e ’70, e ora J-Bay si trova in una delle aree urbane in più rapida crescita del paese: gli appassionati di surf dovrebbero visitarla ora!», ‘

5.Pilgrim’s Rest

Questa città è il posto dove venire se volete saperne di più sulla corsa all’oro in Sud Africa, essendo la seconda (dopo Mac-Mac) ad attirare i cercatori d’oro per trovare la loro fortuna nel 1873.Non è cambiato molto qui, quindi Pilgrim’s Rest – situato nella provincia di Mpumalanga – è un posto molto affascinante da visitare. È praticamente un museo vivente, ma ci sono anche alcune cose strane da vedere qui – una di queste è il Royal Hotel, con un bar situato in una ex chiesa che è stata trasportata qui da Città del Capo.

4.Prince Albert

Situata ai margini del Grande Karoo – un’area selvaggia inimmaginabilmente vasta come l’Outback australiano – la città che sarebbe diventata il Principe Alberto è stata fondata nel 1762. La sua lunga storia fa sì che ci siano esempi di architettura olandese del Capo, del Karoo e dell’architettura vittoriana sparsi per la città, 13 dei quali designati come Monumenti Nazionali.ristoranti di buona qualità, gallerie d’arte e il famosissimo Showroom theatre art deco.non è lontano da qui per raggiungere lo scenografico Swartberg Pass, una strada che attraversa le montagne omonime dal 1881.

3.Hermanus Where to Stay

Questa città del Capo occidentale è famosa per il vino, il whale-watching e le spiagge. Le spiagge più note della città sono Voëlklip Beach e l’ampia Grotto Beach, che si affaccia su Walker Bay – un’area protetta dove si possono avvistare fino a 70 balene alla volta. Ogni anno, tra agosto e settembre, centinaia di balene si recano nelle acque poco profonde di Walker Bay, che secondo il WWF ha un posto nella Top Ten delle località più importanti per il Whale-watching, che, insieme al suo spettacolare scenario costiero, rende Hermanus un luogo fantastico da visitare.

2. Tulbagh

La città vecchia di Tulbagh (fu fondata nel 1699) è una vera e propria mecca per chi è interessato ad essere circondato dall’architettura storica; essendo stata sede di un ugual numero di Ugonotti e coloni olandesi, ci sono un mix di stili all’opera qui e come tale una lunga lista di edifici del patrimonio da scoprire e ammirare. Questa città è una gemma nascosta, pittoresca e pittoresca, con montagne spettacolari che incombono in lontananza – ed è anche una regione vinicola, il che rende questa bella città ancora più bella!

1.Franschhoek

La città di Franschhoek è famosa soprattutto per i suoi vigneti secolari, ma è l’intatta architettura olandese del Capo che rende questo insediamento molto affascinante da visitare. La città prende il nome dall’olandese «Fransche Hoek», che significa «angolo francese», per il fatto che molti ugonotti francesi in fuga dalle persecuzioni religiose in Europa si sono fatti strada qui a partire dal 1688; la città è anche una delle più antiche del Sudafrica.visitando questa città, ricca di graziosa architettura, si può conoscere la storia dei coloni francesi e olandesi e fare un tour del vino.