Conoscere la ricca storia di Nashville

Prima dell’arrivo degli europei nel XVI secolo, l’area che ora occupata da Nashville era sede a una successione di tribù nativi americane, tra cui Cherokee, Chickasaw e Shawnee, che sono stati attratti dalla regione dal suo fertile Terreno e abbondante fauna selvatica.

Ma il loro regno fu venuto in una brusca fine quando Hernando de Soto esplorava la zona nel XVI secolo, aprendo la strada a un afflusso di commercianti di pellicce francesi. Tuttavia, ci sono voluti un paio di britannici per costruire il primo insediamento permanente, la stazione di bluff, che è stato messo nel 1780.

Nel 1800, Nashville aveva cominciato a stabilirsi come un centro per il cotone, ottenendo il suo Città Charter nel 1806 ed ampliando per diventare capitale del Tennessee nel 1843. La sua prima battuta d’arresto arrivò nel 1861, quando il Tennessee è diventato l’ultimo stato di unirsi alla confederazione – una mossa che ha reso immediatamente Nashville un obiettivo primario per le forze dell’Unione. Nel 1862, è diventato il primo capitale di stato a cadere all’esercito dell’Unione durante la guerra civile americana ed è stata la scena di una sanguinosa battaglia nel 1864.

Negli anni che seguirono, Nashville si espanse rapidamente, diventando a Hub per il commercio, in particolare per cotone e caffè. Nel 1918, la sua prodezza commerciale ha portato a un disastro ricordato come il grande relitto del treno, che ha visto un treno passeggeri in entrata si scontra con un espresso in uscita, uccidendo 101 persone nel processo. L’incidente rimane uno dei deadliest nella storia degli Stati Uniti.

Mentre l’inizio del XX secolo indossava, la crescita di Nashville è rimasta ferma e fu a malapena interrotta dalla seconda guerra mondiale. L’industria musicale di Nashville è nata durante lo stesso periodo, a partire dal Grand Ole Opry che è arrivato nel 1920.

Agli anni ’40, l’Opry aveva spostato il centro e la registrazione di etichette si stavano affollando verso la città. La Country Music Association è stata fondata subito dopo, garantendo il successo futuro della città. L’Opry si trasferì nel complesso Gaylord nel 1974, e come la musica del paese è diventata globale, la magazzina della città è aumentata ulteriormente e divenne la destinazione iconica che è oggi.

Lo sapevi?
• Elvis Presley ha registrato più di 200 delle sue canzoni sulla famosa fila musicale di Nashville.
• La città è diventata anche la prima negli Stati Uniti per ottenere una licenza di radiodiffusione radio, raggiungendo le sue credenziali nel 1941.

Il Parthenos Athena Athena 42M-High (138FT) di Nashville è la più grande statua indipendente nell’emisfero occidentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *