7 Regioni più belle in Argentina

L’Argentina, la più grande nazione di lingua spagnola del mondo, è piena di culture e paesaggi diversi: dalle praterie ondulate che ospitano i cowboy del paese, alle aride steppe del sud-est, alle foreste subtropicali dell’estremo nord e al deserto virtuale del nord-ovest, c’è molto su cui battere gli occhi.

Qui troverete la montagna più alta delle Americhe e una delle cascate più impressionanti del mondo. Scoprirete alcune delle città più sonnolente e affascinanti che possiate immaginare, mentre la capitale di Buenos Aires è piena di trambusto.

Nord-Ovest

Più simile alla vicina Bolivia e al Perù in termini di cultura, la regione nord-occidentale dell’Argentina è molto lontana dallo stile europeo di Buenos Aires. Questo è il paese delle Ande, dove le valli sono aride e le catene montuose – o quebrada – sono imponenti.

Il trekking è una buona opzione qui, come a Quebrada de las Conchas, che è anche una scelta sorprendente per un viaggio su strada con i suoi affioramenti rocciosi a strisce e rossi. Visitare questa zona è un po’ come fare un viaggio su Marte con un paesaggio come quello.

La città di Salta, situata nell’omonima provincia settentrionale, è piena di fascino antico, con piazze dal sapore europeo, chiese decorate e la possibilità di vedere la città dall’alto; prendete una funivia fino al Cerro San Bernardo per godere di una vista fantastica.

Da Salta, il nord-ovest è tutto un lungo viaggio in auto su strade tortuose, soggiornando in piccoli pueblos, e godendo di una fetta di cultura argentina che si potrebbe dire sia più andina di qualsiasi altra nazionalità.

Chaco

La regione del Chaco del nord-est prende il nome dall’esteso bacino del Chaco, un bacino sedimentario che occupa parte delle province settentrionali e nord-orientali del paese – oltre a parti della Bolivia e del Paraguay.

Quest’area è caratterizzata da una serie di ecosistemi diversi. Ci sono fitti boschi, come nella provincia di Formasa, pieni di animali selvatici, dal cervo al giaguaro; ci sono zone umide nel Chaco, che è anche la provincia più povera dell’Argentina; è qui che si trova il Parco Nazionale del Chaco, un’area protetta per gli alberi di quebracho e sede di savana, paludi e boscaglie. I puma vagano qui, così come gli armadilli.

Non esattamente nota per le sue città, la regione del Chaco vanta ancora oggi insediamenti che si rivelano importanti punti di partenza per la natura più selvaggia della zona. Formosa è un buon inizio, in quanto capoluogo dell’omonima provincia, e Resistencia è conosciuta come la «Città delle sculture», con oltre 300 abitanti sparsi in tutta la città.

Cuyo

Tre province – Mendoza, San Juan e San Luis – comprendono Cuyo, al confine con il Cile a ovest, la regione nord-ovest a nord e nord-est, la Pampa a est e sud-est e la Patagonia a sud.

Questa è la principale area vinicola argentina, che rappresenta quasi l’80% di tutta la viticoltura del paese. Mendoza è la provincia più associata al vino, con l’omonima capitale, la porta d’accesso alle cantine e alle degustazioni della zona circostante.’, ‘È nella città di Mendoza che troverete ampi viali frondosi e numerosi edifici in stile art déco da apprezzare.

Le Ande fanno parte della regione di Cuyo, e la star dello spettacolo è facilmente l’Aconcagua. Si tratta della vetta più alta al di fuori dell’Asia, con un’impressionante altezza di 6.960,8 metri sul livello del mare.

Altre meraviglie naturali della zona sono il Parco Provinciale di Ischigualasto, che ospita la Valle de la Luna – o «Valle della Luna». Il nome è stato dato per una buona ragione: le formazioni rocciose qui sono fuori dal mondo.

Mesopotamia

Una striscia di terra composta dalle province di Entre Rios, Corrientes e Misiones, la Mesopotamia confina a ovest con il Chaco e a sud con la Pampa, mentre il Paraguay, il Brasile e l’Uruguay confinano con la Mesopotamia da nord a est.

A nord, Misiones è circondata da confini internazionali in tutto tranne che nella sua demarcazione meridionale. È in questa provincia che l’Argentina ha il suo unico clima subtropicale – con foreste subtropicali da eguagliare.

È nella sua parte più settentrionale dove si trovano le famose cascate di Iguaçu. L’Argentina condivide le cascate con il Brasile, ma ce n’è abbastanza per andare in giro; è larga quanto le cascate del Niagara e Victoria messe insieme. Le cascate si trovano nel Parco Nazionale dell’Iguazú, che ospita una grande varietà di flora e fauna.

Corrientes vanta le Zone Umide di Ibera, tratti di foreste inondate che possono ricordare un po’ il Pantanal in Brasile. Nel frattempo, luoghi come la città fluviale di Posadas a Misiones sono pieni di architettura coloniale e delle rovine delle missioni gesuite del XVI secolo.

Pampas

Pampas è una famosa regione dell’Argentina. Confinante con la Patagonia a sud, queste sono le pianure argentine e la patria di tutto, dalle città di Cordoba e Buenos Aires alla cultura cowboy del paese – i gauchos.

Regione dell’allevamento e dell’agricoltura grazie alla sua terra fertile, la Pampa è il luogo dove andare per sperimentare lo stile di vita duro – e le feste a base di carne – che caratterizzano gli allevamenti di gaucho.

Molto diverse da tutte le altre città. Cordoba – capitale dell’omonima provincia e seconda città più grande del paese – vanta un affascinante centro storico con un’architettura coloniale e belle chiese, ed è conosciuta per le sue numerose università.

Buenos Aires è la grande e vivace capitale circondata dalla Pampa.’, ‘Questa città molto europea è caratterizzata da zone di alta borghesia dove gli abitanti parlano ancora il tedesco, come a Belgrano, lucidi quartieri rivestiti di grattacieli e vecchi quartieri coloniali.

Patagonia

Spartita tra Argentina e Cile a ovest, la Patagonia è l’enorme estremità meridionale del Sud America. A nord, le cose sono umide e piene di alberi di puzzle, mentre a sud ci sono ghiacciai e laghi a bizzeffe.

Nelle Ande meridionali, il Parco Nazionale Los Glaciares è giustamente chiamato così per il suo drammatico paesaggio glaciale, mentre lontano dal paesaggio aspro, si possono trovare alcune stazioni sciistiche di prim’ordine. Infatti, gli sport all’aria aperta sono il nome del gioco qui, con molte opportunità di escursioni a piedi, in bicicletta, rafting e parapendio.

L’est della Patagonia è caratterizzato da un paesaggio di steppa secca, che in realtà costituisce circa l’80% della regione. Qui si trovano le spiagge, come nella provincia di Rio Negro, dove l’acqua è calda d’estate e perfettamente pronta per il nuoto.

Per quanto riguarda le belle zone, San Carlos de Bariloche è un must: i suoi vicini laghi e le montagne sono luoghi intriganti da esplorare. Santa Cruz, con le sue imponenti cime di granito, è semplicemente stupenda.

Tierra del Fuoco

«La Terra del Fuoco», Tierra del Fuoco è la regione quasi inaccessibile più meridionale dell’Argentina. In realtà, questa regione non fa nemmeno parte della terraferma sudamericana; è un arcipelago.

L’isola principale, l’Isla Grande de Tierra, è divisa tra il Cile e l’Argentina; sul lato orientale dell’isola si trova Ushuaia, la più grande città dell’arcipelago. È qui – in una delle città più meridionali del mondo – che si trovano tutte le attività turistiche, mentre Rio Grande ospita le industrie pesanti della Terra del Fuoco.

Il Ghiacciaio Martial è un ghiacciaio escursionistico; da qui si può godere di una splendida vista su Ushuaia e sul Canale di Beagle. La maggior parte di questa regione, tuttavia, è costituita dal Parco Nazionale della Terra del Fuoco – l’unico parco costiero dell’Argentina – dove è possibile praticare kayak, arrampicata, pesca ed escursioni in mezzo a un paesaggio frastagliato.

Le baie, le spiagge e le montagne frastagliate costituiscono la linea costiera irregolare di questo avamposto argentino.

Ir arriba