10 Cose migliori da fare a Kamakura, Giappone

Situata ad appena un’ora a sud di Tokyo, nell’omonima prefettura, Kamakura è una graziosa cittadina costiera con molte cose da vedere e da fare per i visitatori. Anche se è difficile da immaginare, la piccola città era una volta la capitale della nazione, fin dai tempi del feudalesimo. Grazie al suo antico potere e prestigio, vanta molti templi buddisti, santuari scintoisti e importanti monumenti storici.

Oltre alle sue numerose attrazioni turistiche, Kamakura è benedetta anche per la sua splendida cornice; si trova sulla baia di Sagami, con montagne coperte di foreste e colline tutt’intorno.Molte spiagge meravigliose e paesaggi mozzafiato si trovano anche nei dintorni. Con così tante attività, Kamakura può diventare piuttosto affollata durante i fine settimana e le vacanze, quindi è meglio visitarla a metà settimana se ne avete la possibilità.

10.Spiaggia di Shichirigahama

Anche se purtroppo non si può andare a nuotare alla spiaggia di Shichirigahama, è comunque un posto molto piacevole per rilassarsi e rilassarsi.Nelle giornate limpide, si può godere di una vista maestosa del Monte Fuji che si erge in lontananza. Ora dominata da una strada che costeggia la cima della sua parete di mare, la sabbia scura della spiaggia ha attratto a lungo i visitatori sulle sue rive e, nel corso dei secoli, è presente in molte stampe e dipinti ukiyo-e.

A causa delle sue onde agitate, è una spiaggia molto popolare tra i surfisti e i windsurfisti; in un giorno qualsiasi, ne vedrete molte volte volte volteggiare sull’acqua. Situata alla periferia di Kamakura, la spiaggia di Shichirigahama è delimitata ad un’estremità dal promontorio di Koyurugismaki, che ha un piccolo santuario scintoista da visitare se vi stufate di oziare sulla spiaggia.

9. Komachi Dori

Sede di un inebriante mix di panorami, suoni e odori, Komachi Dori – il cuore pulsante della città – minaccia a volte di travolgere i vostri sensi. Attraversando il centro di Kamakura, la famosa via dello shopping è fiancheggiata da circa 250 negozi, ristoranti, caffè e boutique, che vi invitano a fermarvi ed entrare.

Come tale, è un luogo ideale per mangiare un boccone, una tazza di tè o per acquistare souvenir.Pieno di vita, Komachi Dori è un luogo divertente ma caotico da esplorare, e i vicoli ai suoi lati hanno altrettante gemme nascoste da scoprire.

8. Tempio di Engaku-ji

Fondato nel 1282 per commemorare i soldati giapponesi caduti che morirono proteggendo il paese durante l’invasione mongola, Engaku-ji è il secondo più importante dei cinque templi Zen di Kamakura.

Engaku-ji ha 16 bellissimi templi costruiti in stile monastico zen cinese per farvi vagare in giro. Tra i punti salienti ci sono la porta di Sanmon a due piani, la sala Shariden e la grande sala Butsuden. Questi ultimi due ospitano alcune delle attrazioni più speciali del tempio a forma di uno dei denti del Buddha e una statua di Shaka Buddha. Dopo aver esplorato il complesso, molte persone si fermano nella vicina casa da tè per provare i suoi famosi spaghetti dolci e freddi prima di tornare in città.

7.Meigetsuin

Soprannominato il ‘Tempio delle ortensie’ per via di tutti i bellissimi fiori che lo circondano, Meigetsuin fu costruito nel 1394. Dedicato alla dea Sho Kannon, il tempio Zen Rinzai espone alcune belle architetture e opere d’arte, con la statua del XIII secolo di Uesugi Shigefusa, un Tesoro Nazionale, particolarmente deliziosa.

I periodi migliori dell’anno da visitare sono in giugno quando le ortensie e gli iris del giardino interno sono in fiore, e in agosto quando il fogliame è un maestoso mix di gialli, rossi e aranci.

6. Tempio di Kencho-ji

Il più antico tempio zen di tutto il paese, Kencho-ji fu completato nel 1253 ed è ancora in uso oggi. Anche se nel corso dei secoli ha perso molti dei suoi edifici a causa di feroci incendi, c’è ancora una sorprendente serie di diversi templi e sottotempli da esplorare.

Girovagare per Kencho-ji è un’esperienza molto tranquilla. Alcune delle sue principali attrazioni includono la Porta di Sanmon e la sua campana del tempio, entrambi Tesori Nazionali.All’interno dell’esteso complesso si trovano anche le sale di Butsuden, Hatto e Hojo, tutte ricche di arte e architettura.

Essendo il più importante e imponente dei cinque templi zen di Kamakura, Kencho-ji è da non perdere quando si visita la città.

5.Enoshima Electric Railway

Correndo tra Kamakura e Fujisawa, l’Enoshima Electric Railway vi porta in un bellissimo viaggio lungo la costa panoramica della città. Inaugurata nel 1902, la ferrovia elettrica utilizza ancora vecchi modelli d’epoca conosciuti come Enoden.Gli amanti dei treni di tutto il mondo scendono su Kamakura solo per viaggiare sulla linea ferroviaria.

Sedersi nel mezzo treno/mezzacarro rumoroso è, in parte, ciò che rende il viaggio così memorabile. Lungo la strada, potrete godere di una splendida vista sull’isola di Enoshima e sulla splendida Shonan Coast.

4.Tempio di Hokokokuji

Situato nella parte orientale della città, il tempio di Hokokokuji è un luogo molto tranquillo e silenzioso da visitare, noto soprattutto per il bellissimo boschetto di bambù che si trova proprio dietro la sua sala principale. Ad un’estremità del boschetto c’è una tradizionale casa da tè dove si può prendere una tazza di tè matcha.

Oltre al suo giardino di bambù, c’è una favolosa statua del Buddha da ammirare nella sua sala principale e un caratteristico campanile.Il tempio porta spesso il nome di Takedera – dal nome di un artista che ha creato una famosa statua di Kashyap – un saggio vedico dell’induismo, che un tempo si trovava in una sala vicina ma che fu tristemente distrutta da un incendio nel 1891. Tsurugaoka Hachimangu Santuario

Il più importante santuario scintoista della città, Tsurugaoka Hachimangu Santuario si trova proprio nel centro geografico e culturale di Kamakura ed è difficile da perdere quando si va in giro. Fondato nel 1063, il santuario fu spostato nella sua posizione attuale nel 1180 ed è dedicato a Hachiman – il dio patrono dello shogunato di Kamakura e il dio della guerra.

Per raggiungere il santuario, i visitatori devono camminare lungo un percorso esteso che li porta dal lungomare della città, sotto numerose porte torii, e tra due stagni fino al suo ingresso. Mentre uno degli stagni ha tre isole, l’altro ne ha quattro; si dice che rappresentino rispettivamente i clan Minamoto e Taira, entrambi arcinemici.

In effetti, il simbolismo si può trovare ovunque nel complesso, e il santuario e la sua disposizione sono stati effettivamente progettati pensando al Feng Shui. Il santuario di Tsurugaoka Hachimangu, che copre una vasta area, è ricco di affascinanti templi, santuari e porte di torii da visitare, e il Kamakura National Treasure Museum è particolarmente degno di essere visitato.

Ancora oggi in uso, il santuario ospita molti eventi culturali e feste religiose durante tutto l’anno, ed è uno dei luoghi più popolari in Giappone per l’hatsumode – la prima visita dell’anno a un santuario.

2. Tempio di Hase-dera

Adagiato su una collina che domina Kamakura, Hase-dera gode di una delle migliori viste della città, e il suo tempio e il suo parco non sono meno belli da vedere. I suoi graziosi stagni e i giardini alberati le conferiscono un ambiente molto sereno e tranquillo, e una serie di meravigliose statue si trovano sparse qua e là.

Anche se c’è un sacco di fantastica architettura in mostra a forma di templi e santuari, l’attrazione principale di Hase-dera è la sua famosa statua di Kannon alta nove metri. Si dice che sia una delle più grandi statue in legno intagliate del paese, raffigurante la dea della misericordia; non dimenticherete certo le sue undici teste scolpite in fretta e furia.

Oltre a tutto questo, c’è un delizioso ristorantino dove potrete fermarvi per godervi la vista sulla città, oltre a un piccolo museo che ospita alcune delle opere d’arte e dei tesori buddisti del tempio.

1.Grande Buddha di Kamakura

Torreggiante fino a 13,35 metri di altezza, il Grande Buddha di Kamakura è la seconda statua in bronzo più grande del paese – e la più famosa e iconica della città.un tempo ospitato in una sala del tempio cavernoso, ora giace esposto agli elementi del terreno del tempio di Kotokuin dopo che uno tsunami ha spazzato via l’edificio intorno ad esso nel 1498.

Colata nel 1252, la magnifica statua ha attratto a lungo i visitatori della città.In un giorno qualsiasi, vedrete una folla di turisti che si radunano in giro per fotografarla.Se non basta guardare i suoi tratti pacifici, potete anche dare un’occhiata all’interno per vedere come è stata messa insieme.Essendo miracolosamente sopravvissuto intatto nel corso dei secoli, il Grande Buddha di Kamakura è una delle icone e dei tesori nazionali più riconoscibili del Giappone.

Ir arriba