16 consigli per preparare il tuo viaggio con lo zaino e ottimizzare il tuo budget

Il backpacking è un’esperienza unica che ti lascerà grandi ricordi da condividere per gli anni a venire.

Ma andiamo, camminare su e giù per la strada portando un perolero non è cool, quindi per non rovinare l’avventura è meglio misurare quello che porterai sulla schiena.

Un bagaglio leggero, un budget sincero e una destinazione paradisiaca saranno la chiave per rendere il tuo primo viaggio un successo.

Ecco alcuni consigli per preparare il tuo viaggio con lo zaino:

1. Cammina con uno zaino

Per abituarti al peso, fai brevi passeggiate con uno zaino sulla schiena, questo farà sì che il giorno del viaggio non ti sembrerà che il mondo ti stia venendo addosso.

Non tutti possono fare escursioni qualche giorno prima di partire. Se questo è il tuo caso, prova a portare i tuoi bagagli usando il tapis roulant; il paesaggio non è così bello ma funziona.

2. Fai passeggiate più lunghe

Le passeggiate più lunghe aiutano a costruire la resistenza. Anche se il tuo viaggio non prevede distanze così lunghe, è una buona idea abituarsi.

Puoi iniziare utilizzando una borsa da trekking con un peso che puoi tollerare. Da quel momento in poi puoi mettere su un peso extra che puoi sopportare.

Ricordati sempre di indossare scarpe comode anche se non sono scarpe da trekking. L’idea è quella di adattarsi.

3. Decidi la tua destinazione

Se ti senti già pronto a portare abbastanza peso nel tuo zaino, è il momento di decidere dove andrai.

Il primo passo è quello di essere onesto sul tuo budget e sulle tue capacità. Non tutte le destinazioni di viaggio sono fatte per viaggiare con lo zaino in spalla quindi devi prendere in considerazione diversi fattori.

Scegliere una destinazione difficile senza essere preparati può essere un completo disastro. Se questo sarà il tuo primo viaggio, prenditi il tuo tempo per scegliere. Non si tratta solo di passare del tempo all’aperto.

4. Controlla che i tuoi permessi siano aggiornati

Ok, ok, hai deciso dove andare, ora è il momento di controllare i permessi che la tua destinazione richiede.

Non tutti i paesi hanno regolamenti speciali ma è importante che tu verifichi di avere i requisiti per entrare e rimanere nel posto per la durata del viaggio.

Alcuni permessi devono essere richiesti mesi prima del tuo viaggio, quindi assicurati di averli aggiornati prima di imbarcarti.

Inoltre, alcuni sentieri o parchi nazionali hanno regolamenti speciali, quindi è una buona idea controllare prima di uscire con la tua attrezzatura da trekking al seguito.

Dovresti anche controllare i documenti che devi portare con te nel luogo in cui stai andando. Per farlo, usa un marsupio da viaggio dove puoi portarli comodamente.

Avere i documenti che ti servono aggiornati ti aiuterà ad ottimizzare il tuo budget dato che non dovrai affrontare spese inaspettate dovute a multe.

5. Avere tutte le tue provviste a portata di mano

Fare zaino implica dover tenere un’enorme quantità di provviste in una borsa.

Le provviste sufficienti per dormire, vestirsi, lavarsi e mangiare occupano già molto spazio quindi organizzarle in uno zaino non è un’impresa facile se vuoi viaggiare leggero.

Sacco a pelo con materassino, tenda, abbastanza cibo, un caricabatterie portatile e un bastone da trekking sono solo alcuni dei must-have.

La lista è più lunga a seconda della destinazione ma ciò che è importante notare è che una singola fornitura che si guasta, rovina il viaggio.

Affinché questa tragedia non accada, è bene che tu conosca molto bene il posto, così potrai prendere ciò di cui hai bisogno.

6. Prepara abbastanza acqua e cibo

Conoscere le condizioni climatiche, geografiche ed economiche della tua destinazione, ti darà un’idea del tipo di cibo che dovresti portare, così come la quantità di acqua da mettere in valigia.

La quantità d’acqua di cui avrai bisogno dipenderà dalla presenza o meno di una fonte d’acqua nelle vicinanze. Se è così, puoi portare abbastanza bottiglie d’acqua da riempire lungo la strada.

Quando tracci i tuoi percorsi, dovrai calcolare le bottiglie di acqua filtrata che dovrai mettere in valigia per non fallire durante il viaggio.

Per quanto riguarda il cibo, dato che è il tuo primo viaggio, potresti non sapere come calcolare la quantità che dovrai consumare.

Ricorda che stai spendendo grandi quantità di energia quindi la fame non tarderà ad arrivare.

Col tempo imparerai a calcolare le tue porzioni in modo da non rimanere senza cibo ma anche da non portarne così tanto da rendere impossibile il trasporto dello zaino.

Gli alimenti in scatola e quelli lavorati sono alcune delle opzioni che occupano meno spazio e non richiedono una preparazione complicata.

Fai la tua ricerca online e impara ricette facili e veloci da preparare in campeggio, saranno sicuramente utili.

7. Invita i tuoi amici

Per rendere il tuo primo viaggio con lo zaino in spalla molto più piacevole, condividere l’esperienza con gli amici può essere un ottimo consiglio.

Unendosi ad un gruppo e vivendo una nuova esperienza con le persone a cui tieni, l’avventura si ingrandisce e i ricordi si moltiplicano.

Anche se non è necessario viaggiare con qualcun altro, se il tuo amico ha già viaggiato con lo zaino in spalla, puoi beneficiare dell’esperienza ed evitare di fare errori comuni.

8. Familiarizza con i principi del «Leave No Trace»

I 7 principi del Leave No Trace o «non lasciare tracce» stabiliscono le regole per godersi l’aria aperta senza lasciare un impatto negativo.

Questi principi sono particolarmente rilevanti per i backpackers perché quando sei a contatto diretto con la natura, è molto facile lasciare un impatto negativo sull’ambiente che ti circonda.

Rispettare la natura è la premessa di questi accordi creati dalle autorità per minimizzare i danni all’ambiente.

Oltre a non sporcare il luogo, si tratta anche di rispettare la fauna e la flora del sito. Più selvaggi sono, più severi sono gli accordi.

Dei 7 accordi, i più preziosi sono: porta con te tutti i tuoi rifiuti e lascia intatto ciò che vedi.

9. Di’ a qualcuno di cui ti fidi dove sarai

Fai sapere a qualcuno dove sarai, che sia il tuo primo viaggio o meno, la famiglia o gli amici più stretti dovrebbero conoscere il tuo percorso.

Anche se porti con te un cellulare carico, un GPS, una mappa o una guida specializzata, è importante che qualcun altro conosca la tua posizione in caso di imprevisti.

Dovresti tenere a mente che sarà più facile avvisare le agenzie di soccorso in caso di emergenza se qualcuno conosce la tua posizione.

10. Sii flessibile

Anche se hai pianificato il tuo viaggio in anticipo, dovresti considerare aspetti che non sono sotto il tuo controllo e che potrebbero alterare il tuo itinerario.

Se una di queste cose cambia i tuoi piani, sii flessibile. La natura è incontrollabile quindi è meglio adattarsi ad essa.

11. Costruisci il tuo arsenale di attrezzatura

Per il primo viaggio con lo zaino in spalla le emozioni vanno fuori controllo e vuoi prendere qualsiasi attrezzatura tu veda nel negozio.

Oltre all’essenziale, probabilmente vorrai comprare l’ultima macchina fotografica da viaggio, la borsa più trendy, scarponi da arrampicata speciali e innumerevoli altre attrezzature di cui non avrai bisogno.

L’esperienza dimostra che non userai più quegli strumenti, quindi è meglio fare scorta delle cose basilari nel primo viaggio e aggiungere attrezzature poco a poco in base alla tua routine.

Questo metodo, oltre a rendere il tuo bagaglio più leggero e facile da trasportare, ti farà risparmiare qualche euro.

Se il tuo budget è basso, prendi in prestito l’attrezzatura di un amico o affittala, così sarai sicuro di avere ciò di cui hai bisogno senza un grande investimento.

12. Prova la tua attrezzatura

Dovresti sempre provare la tua attrezzatura a casa, conoscerla e familiarizzare con essa.

Potresti andare a fare una scalata di giorno ma c’è anche la possibilità che scenda la notte e tu non sia preparato.

La cosa peggiore che ti può capitare è trovarti nel bel mezzo della notte e non sapere come montare la tua tenda, accendere un fuoco o usare la tua torcia.

13. Tieni traccia di ciò che metti in valigia

La prima volta prenderai più attrezzatura di quella che ti serve anche se non vuoi, se tieni traccia di ciò che metti in valigia, sarà più facile la volta successiva sapere cosa è utile e cosa no.

Succede spesso che la prima volta vuoi portare anche il gatto nello zaino ma a poco a poco imparerai a liberarti di alcuni oggetti che non sono così necessari.

14. Compra e indossa i vestiti giusti

La comodità è un aspetto molto importante quando si viaggia con lo zaino in spalla. Passare ore e ore camminando in giro con scarpe scomode o vestiti sudati non è bello.

Alcune avventure locali possono richiedere un abbigliamento specifico ma in generale il comfort fa tendenza. Fai attenzione al materiale e alla qualità con cui è fatto.

Ah, non dimenticare la biancheria intima, farà o meno la tua performance durante l’escursione. Dovrebbero essere fatti di cotone per aiutare la traspirazione.

Allo stesso modo, un impermeabile per una pioggia inaspettata, calze di lana extra, cappello, occhiali, pezzi a doppio strato e scarpe da trekking solide dovrebbero essere in cima alla lista.

15. Sarà una prova non solo fisica ma anche psicologica

La soddisfazione nelle escursioni va di pari passo con lo sforzo, niente di meglio che raggiungere la tua destinazione e ammirare il panorama per cui hai lottato così duramente.

Essendo un backpacker dovrai affrontare molte sfide fisiche a cui non sei abituato, ma anche quelle psicologiche ti metteranno alla prova.

Soprattutto se vai in gruppo o con il tuo partner significativo, i disaccordi e i litigi non tarderanno ad arrivare, quindi devi essere pronto a superare le sfide che la lunga convivenza porta con sé.

16. Condividi il viaggio con qualcuno con esperienza

L’avventura condivisa è un’esperienza diversa da quella che vivi da solo.

Se scegli un compagno, è consigliabile che sia più esperto di te. Se sei un principiante dovrai affrontare delle sfide che non conoscevi prima e che potresti non sapere come gestire.

Un backpacker più esperto ti darà la possibilità di evitare gli errori comuni, ti aiuterà a portare il carico, ti darà compagnia, è utile come guida e può aiutarti in caso di incidenti.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Ir arriba