Come trascorrere 3 giorni a Roma

Roma è una delle città più belle d’Europa e non solo d’Europa, ma di tutto il mondo: una città ricca di millenni di arte e di storia, una pletora di ristoranti e di locali, un’offerta di ristoranti e di ristoranti, un’offerta di negozi e un fascino irresistibile, Roma è da decenni sulla lista delle cose da fare di tutti i sognatori.

Non c’è mai abbastanza tempo, ma la missione è quella di poter vedere ed esplorare il più possibile, ma anche di avere il tempo di sedersi per un delizioso pasto e gustare un gelato (o tre).

Uno dei fattori più importanti da tenere a mente durante la pianificazione della vostra vacanza a Roma sono i giorni della settimana in cui sarete qui e assicurarvi che i luoghi e i siti che desiderate visitare durante il vostro soggiorno a Roma rimangano aperti in quei giorni.

Inoltre, un’ottima idea sarà quella di acquistare un Pass di 72 ore che vi permetterà di saltare la fila in molti luoghi importanti, accesso gratuito a pochi siti, ingressi scontati, tessera di viaggio di 72 ore per tutti i principali sistemi di trasporto, una guida turistica e un biglietto di 3 giorni di autobus hop-on-hop-off.

Cominciamo ora con il grand tour di 3 giorni di Roma.

Giorno 1: Il Vaticano Più

Questo è il vostro primo giorno nella meravigliosa città di Roma, Italia. La giornata prevede una visita ai Musei Vaticani, alla Cappella Sistina, alla Basilica di San Pietro e molto altro ancora.Una visita guidata o un biglietto prenotato in anticipo vi farà risparmiare almeno un’ora o più di quella che altrimenti passereste in piedi alla biglietteria.

Mattina al Vaticano

In sostanza, una visita alla Città del Vaticano dovrebbe essere la prima della sua lista, come lo è in molte altre. La «Città» ospita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e la Basilica di San Pietro.

Il biglietto per il dei Musei Vaticani consente di visitare anche la Cappella Sistina , dove si prevede di trascorrere niente meno che 4-5 ore. La Sala delle mappe, il Cortile della Pigna e, naturalmente, la Scala di uscita a doppia elica sono un must.

Tornate fuori e dirigetevi verso il Basilica di San Pietro – considerata la più grande chiesa del mondo e una delle più sacre. L’ingresso alla chiesa è libero, ma se avete un po’ più di tempo a disposizione e desiderate salire sulla magnifica cupola, potete acquistare un biglietto per farlo. Potete salire tutti i 551 gradini della cupola o prendere un ascensore che vi lascia con soli 320 gradini.

Dopo una mattinata movimentata, è il momento di fare una breve pausa pranzo in uno dei tanti ristoranti, fare spazio per un gelato dopo aver finito il pranzo e poi dirigersi verso la prossima famosa attrazione della giornata.

Pomeriggio a Castel Sant’Angelo e Piazza del Popolo

Seduto sulle rive del Tevere da circa 2.000 anni, Castel Sant’Angelo è stato originariamente costruito come mausoleo, ma ora funge da museo.’, ‘Entrate e salite in cima al museo per godere di un panorama spettacolare della città.

Prendete un espresso veloce in viaggio come fanno gli abitanti del luogo e dirigetevi verso il Piazza del Popolo .è una rinfrescante passeggiata di 20 minuti a piedi lungo le rive del fiume ma è il luogo dove, prima che esistesse qualsiasi mezzo di trasporto, i viaggiatori arrivavano a Roma.

Serata a Piazza di Spagna e Fontana di Trevi

Con così tanto da vedere e così poco tempo, le vostre serate a volte hanno bisogno di essere piene di visite turistiche, quindi, senza perdere tempo, continuiamo a camminare verso il Piazza di Spagna . Resa popolare dal film di Audrey Hepburn, Vacanze Romane, i gradini risalgono al 1735 e sono un ottimo posto per fare una pausa, mangiare un altro gelato e guardare la vita che scorre.

Tirate fuori una moneta ora che vi siete diretti verso la popolarissima Fontana di Trevi , la più grande fontana barocca del mondo.gettate la vostra moneta nella fontana e sperate di tornare di nuovo a Roma!

A pochi passi dalla fontana c’è l’incredibile Pantheon , che si erge da oltre 2.000 anni, il Pantheon è considerato uno dei monumenti romani antichi meglio conservati al mondo.

L’ultima tappa della giornata, Piazza Navona è stato designato come spazio pubblico della città fin dal 15° secolo. L’attrazione più famosa qui è la Fontana dei Quattro Fiumi, costruita nel 1651, splendidamente illuminata dopo il tramonto.

Giorno 2: Alla scoperta dell’Antica Roma

È ora di alzarsi e risplendere di nuovo.Prendete una veloce colazione all’italiana di «espresso e pasticceria» e dirigetevi verso la prima vista del giorno – il Colosseo.

Mattina al Colosseo e Foro Romano

Pre-prenota il tuo biglietto combinato per il Colosseo e il Foro Romano.Se non hai prenotato il tuo biglietto o non ne hai uno che ti permette di saltare la fila, visita prima il Foro Romano e compra i tuoi biglietti qui.la coda è più breve, e il biglietto include il Colosseo.

La più grande arena pubblica del mondo, il Colosseo è famosa soprattutto per essere la casa dei gladiatori che un tempo combattevano qui davanti a 80.000 spettatori; dopo aver apprezzato l’enorme spazio e aver scattato qualche foto, passeggia accanto al Foro Romano e al Palatino. Durante il regno dell’Impero Romano, il Foro era la sede del potere, il principale quartiere degli affari e il mercato primario.

Pomeriggio alla Bocca della Verità e all’Arcibasilica di San Giovanni in Laterano

È il momento di una meritata pausa pranzo, visto che la tradizionale colazione all’italiana potrebbe non essere stata così ricca.Sedetevi in uno dei tanti ristoranti e gelaterie che circondano la zona e assaporate un pasto abbondante.

Il prossimo passo è un po’ di divertimento.Tornando alla Festa Romana, la Bocca della Verità , a pochi passi dal Foro, è dove potete schioccare le mani dentro la bocca dell’enorme figura di pietra, ma attenzione! È noto per masticare le mani dei bugiardi.

Fatevi scattare una foto veloce vicino alla Bocca della Verità e dirigetevi verso l’Arcibasilica di San Giovanni in Laterano – un sito non così visitato come la Basilica di San Pietro, ma altrettanto importante perché non solo è il più antico del suo genere a Roma, ma è anche la sede del Papa in città.

Serata alle Terme di Caracalla

Fate una bella passeggiata serale nella Basilica fino alle Terme di Caracalla e apprezzate quello che un tempo era un imponente stabilimento balneare che avrebbe potuto ospitare 1600 bagnanti contemporaneamente.

Se non avete avuto la possibilità di acquistare i souvenir da acquistare, potete fare una piacevole passeggiata (circa 20 minuti) fino a Via del Portico d’Ottavia, spesso conosciuta come il Ghetto Ebraico.Fate un salto qui e poi sedetevi alla Fontana delle Tartarughe TG_09 per un po’ di riposo prima di uscire a cena.

Concludete la giornata con un buon pasto italiano presso la famosissima Alice Pizza.

Giorno 3: Catacombe, Giardini delle Gallerie

Questo è il vostro ultimo giorno in città, quindi sfruttiamolo al meglio!

Mattina all’Appia Antica e alle Catacombe

Oggi vi prendete una pausa dal centro città e vi dirigete verso il Appia Antica e le Catacombe. Una serie di attrazioni si trovano lungo la via che è considerata una delle più antiche strade sopravvissute.Iniziate da Porta San Sebastiano e dirigetevi verso la Chiesa del Domine Quo Vadis.

Dopo aver trascorso il vostro tempo in chiesa, camminate fino alle Catacombe di San Sebastiano. Puoi goderti il tuo tempo passeggiando in sogno per il parco o continuare il tuo viaggio verso le altre tombe vicine.

Pomeriggio alla Galleria Borghese e ai Giardini di Villa Borghese

All’interno dei Giardini di Villa Borghese si trova la Galleria Borghese che ospita una delle più belle collezioni d’arte della città. Qui si possono apprezzare i capolavori creati da artisti del calibro di Caravaggio e Bernini.

Ricordate che ci vogliono circa 45 minuti o un’ora per arrivare alla Galleria Borghese dall’Appia Antica Via, e la galleria è aperta solo fino alle 19:00 (lunedì chiuso) e permette solo 360 persone alla volta. Dopo aver ammirato le belle opere d’arte, dirigetevi verso i Giardini di Villa Borghese e, mentre camminate, riflettete sui tre fantastici giorni che avete appena trascorso nella bellissima città di Roma.

Trascorrete la vostra ultima serata in una bella pizzeria italiana

Dopo tre lunghe giornate alla scoperta di Roma sarete sicuramente stanchi di camminare, quindi trascorrete le ultime ore del vostro viaggio rilassandovi in una bella e accogliente autentica pizzeria italiana, come Pinseri, una pizzeria a conduzione familiare con un ampio menù e alcuni consigli super gustosi.

Ir arriba