Come trascorrere 2 giorni a Firenze

Firenze, in Toscana, è una di quelle città al mondo che devi visitare una volta nella vita, e non importa quante ore e giorni passi ad esplorare questa meraviglia architettonica di una città, Firenze ti lascerà sempre con la voglia di qualcosa di più – soprattutto se sei un grande fan dell’architettura meravigliosa, del bel tempo, di alcune delle migliori cucine e, naturalmente, del vino e del gelato!

Anche se 2 giorni a Firenze potrebbero non essere sufficienti per visitare la città in modo completo, è sufficiente vivere alcuni dei luoghi più importanti della città che sono quasi sempre su ogni lista di cose da fare.

Prima di iniziare il vostro viaggio a Firenze, è preferibile prenotare in anticipo i biglietti per gli Uffizi e la Galleria dell’Accademia – fare la fila per i biglietti alla cassa di entrambi questi posti può costare facilmente un paio d’ore.

Giorno 1: Cattedrale di Santa Maria di Fiore, Galleria degli Uffizi e altro

Il vostro primo giorno nella meravigliosa città di Firenze deve essere necessariamente ricco di storia e architettura, e di passeggiate. Allora, iniziate con una grande colazione, mettetevi le scarpe, e partite per una fantastica giornata alla scoperta degli angoli della città.

Mattina al Duomo

Innegabilmente, l’attrazione architettonica più significativa di Firenze, forse anche della Toscana, è il Cattedrale di Santa Maria di Fiore , o semplicemente il Duomo. Iniziate la vostra prima mattinata in città camminando verso il Duomo e lasciatevi stupire dalle intricate opere d’arte che gli interni e gli esterni della struttura racchiudono. All’interno del complesso si trovano tre strutture – la struttura principale con la splendida Cupola, l’enorme campanile e l’ammirevole battistero.

La maggior parte dei visitatori preferirebbe salire sulla Cupola, ma ci vorrà molto tempo e potrebbe richiedere molta pianificazione. Invece, basta salire sul campanile e godere di una vista non diluita della Cupola da qui.

Pomeriggio con i famosi italiani

Una visita alla Cattedrale molto probabilmente consumerà la prima metà della vostra giornata, quindi una volta usciti, prendete un pranzo veloce in uno dei ristoranti che circondano l’edificio e dirigetevi verso la vostra prossima destinazione i. e.Piazza della Signoria.

A pochi isolati dal Duomo, Piazza della Signoria è la piazza simbolo della città di Firenze e la porta della Galleria degli Uffizi. Un meraviglioso open space brulicante di edifici imponenti, il più significativo dei quali è il Palazzo Vecchio – il municipio di Firenze, considerato uno dei più imponenti di tutta la Toscana.

Oltre alla copia del David di Michelangelo e del Perseo di Cellini, l’open space ospita anche la Loggia dei Lanzi, una mostra all’aperto di alcune tra le più squisite opere d’arte del XIV-XVI secolo.», ‘

Il tempo a disposizione è breve, ma non c’è modo di lasciare Firenze senza aver visitato la spesso trascurata Basilica di Santa Croce . Soprannominata il «tempio delle glorie italiane», la struttura dall’aspetto paradisiaco è il luogo di riposo finale di molti italiani di spicco, tra cui Michelangelo, Rossini, Galileo Galilei e Ghiberti.

Dopo aver apprezzato la suggestiva facciata della Basilica e aver reso omaggio a Michelangelo, tornate indietro verso Piazza della Signoria e proseguite a piedi verso il fiume Arno, guardate a destra e vedrete lo storico Ponte Vecchio , che letteralmente significa «Ponte Vecchio». Il ponte è caratterizzato da diverse gioiellerie e offre la migliore esperienza di window-shopping.Ma non fatevi portare via.

Serata con vista sulla città

Dal ponte girate a sinistra e camminate a sud del fiume Arno fino a vedere la prima segnaletica che punta in salita verso Piazzale Michelangelo.

È una breve ma ripida salita e dopo aver trascorso una giornata travolgente tra le tante meraviglie architettoniche di Firenze, potreste pensare che questo posto non abbia nulla da offrirvi, ma aspettate! Prendete un cocktail o una birra e poi sedetevi per godervi il miglior tramonto fiorentino.

Alla fine della giornata, soffiate via le vostre preoccupazioni e sgranchitevi le gambe, festeggiate la Toscana in uno dei tanti fantastici e autentici ristoranti della città e andate a letto sorridenti e sognate quello che vi riserva il giorno dopo.

Giorno 2: Galleria dell’Accademia e Galleria degli Uffizi

Ormai hai quasi dominato le strade di Firenze e hai goduto di un grande splendore architettonico che la città ha da offrire, ma il tuo secondo giorno sarà pieno di un altro tipo di splendore: la storia dell’arte della «culla del Rinascimento».

Mattina con David

Suggerimento: Se volete vivere al meglio la Galleria dell’ Accademia , prenotate i biglietti in anticipo (vi fa risparmiare almeno un’ora di coda) e arrivate già all’apertura della galleria (8:15).

Secondo museo più visitato a Firenze (dopo gli Uffizi) nel 2016, l’Accademia ospita una delle opere d’arte più famose non solo in città ma nel mondo: il David di Michelangelo.’, ‘

Inaugurato nel 1504, il David originale si trovava in Piazza della Signoria (vi avete visto ieri la replica del David) ma è stato spostato nella sua sede attuale nel 1873. Il museo possiede anche una massiccia collezione di opere d’arte di vari altri notevoli artisti fiorentini, soprattutto dal ‘300 al ‘600. Il museo ospita anche quattro collezioni incompiute di Michelangelo.

Pomeriggio al Museo più visitato di Firenze

Dopo aver trascorso un’accattivante mattinata con il David, sedetevi per un bel pranzo fiorentino con un bicchiere di vino pregiato in uno dei tanti ristoranti toscani. E poi, ancora una volta a piedi fino alle rive dell’Arno per visitare il museo più visitato di Firenze – la Galleria degli Uffizi .

Situato accanto a Piazza della Signoria, gli Uffizi sono uno dei musei più significativi in Italia e nel mondo in quanto ospita una grande esposizione di opere d’arte insostituibili, soprattutto del Rinascimento italiano. Aperti ufficialmente al pubblico nel 1765 e formalmente adibiti a museo nel 1865, gli Uffizi ospitano la collezione privata della famiglia Medici, la Sacra Famiglia di Michelangelo e l’Annunciazione di da Vinci.

Se vi sentite già abbastanza «musealizzati», attraversate l’Arno e passate il Ponte Vecchio, proseguite verso Palazzo Pitti e incontrerete il rinfrescante e storico Giardino di Boboli e Bardini , punteggiato di topiaria e altre belle caratteristiche.

Una Serata con il Miglior Gelato in Città

Non potete venire a Firenze e non provare il miglior Gelato d’Italia, infatti il Gelato a Firenze è considerato da molti il miglior gelato del mondo! Il miglior posto a Firenze per gustare il miglior gelato del mondo è Gelateria Vivoli .

Leccando il tuo cono gelato, cammina verso l’Olatarno – la zona è letteralmente brulicante di ottimi e autentici ristoranti dove puoi sederti, fare un lauto pasto e brindare ai tuoi 2 giorni a Firenze, e giurare che tornerai di nuovo.

Ir arriba