12 Attrazioni turistiche top a Chiang Rai

Situata nell’estremo nord della Thailandia, Chiang Rai è più tranquilla di altre destinazioni più famose del paese e vale la pena di visitarla per le sue incredibili attrazioni storiche, la deliziosa cucina locale e i bellissimi paesaggi. Un tempo centro nevralgico del commercio dell’oppio, la città non è lontana dal Triangolo d’Oro; la meravigliosa campagna confina con Chiang Rai, con bellissime montagne e cascate nelle vicinanze. Negli ultimi anni, Chiang Rai è diventata una destinazione turistica sempre più popolare, e a ragione, quindi andateci ora e vedete di cosa si tratta!

Best Organized

  • Myanmar Temples Golden Triangle Private Tour da Chiang Rai – 23 recensioni
  • Hill Tribes, Golden Triangle Private Tour con Museo dell’Oppio – 9 recensioni
  • Sightseeing Join Tour Chiang Rai / Pick up only in Chiang Rai – 3 recensioni
  • Chiang Rai Private Tour: Oup Kham Museum, White Temple More – 2 recensioni

12.Khun Korn Waterfall

Nascoste tra le montagne e le colline del nord della Thailandia ci sono diverse belle cascate, con quelle di Khun Korn che sono facilmente la più spettacolare e anche la più popolare di tutte. Situate all’interno del Nam Tok Khun Korn National Forest Park, le cascate scendono drammaticamente dall’alto e sono le più alte della regione. Wat Huai Pla Kung

Situato a circa mezz’ora dal centro della città, il Wat Huai Pla Kung vale la pena di essere visitato per l’enorme Buddha bianco che siede benevolmente in cima alla collina, sorridendo al mondo.in loco c’è una pagoda cinese a nove piani oltre alla bellissima statua.il tempio è meravigliosamente sereno da visitare, anche se può essere meno bello visivamente di altri templi della città. Insieme, tuttavia, fanno sicuramente del Wat Huat Pla Kung un luogo da non perdere.

10.Hill Tribe Museum

Il nord della Thailandia e l’area circostante Chiang Rai, in particolare, è la patria di numerose tribù collinari, ognuna con la propria storia, cultura e tradizioni uniche. Questo meraviglioso museo mette in evidenza, tra le altre cose, l’abbigliamento, il folklore e le attrezzature per il raccolto di sei tribù, e offre anche uno sguardo a qualsiasi progetto comunitario in corso. Un’istituzione vivente sotto molti aspetti, il Hill Tribe Museum vi darà sicuramente una migliore comprensione del ricco e diversificato patrimonio culturale che abbonda in Thailandia.

9.Sop Ruak

Sop Ruak è il punto d’incontro tra i confini di Myanmar, Thailandia e Laos, e come tale è al centro del Triangolo d’Oro, così chiamato perché si trova al centro di quella che un tempo era un’enorme area di coltivazione dell’oppio. Mentre i campi che circondano la zona sono ora pieni di caffè, riso e altre colture, Sop Ruak ha un paio di interessanti musei sul commercio dell’oppio da visitare: mentre i fiumi Ruak e Mekong convergono in città, potete anche fare una deliziosa crociera sulle loro acque o semplicemente scattare una foto con uno dei cartelli del «Triangolo d’Oro», che sono ovunque guardiate. Anche se la città si trova a circa 70 chilometri da Chiang Rai, la storia e il paesaggio a portata di mano rendono la giornata fantastica.

8.Clock Tower

Situata nel cuore della città, questa Torre dell’Orologio d’oro è semplicemente spettacolare ed è probabilmente la rotatoria più maestosa che vedrete in Thailandia.Mentre il traffico le gira intorno a tutte le ore del giorno, l’orologio è una splendida opera d’arte ed è a ragione una delle principali attrazioni turistiche di Chiang Rai. Progettata dallo stesso artista che ha creato l’incredibile Tempio Bianco, la Torre dell’Orologio è ancora più incredibile la sera, quando uno spettacolo di luci e suoni la fa risaltare ancora di più contro il cielo notturno.

7. Tempio Blu (Wat Rong Sear Tean)

Incantevole da vedere, il blu vivido del Wat Rong Sear Tean è seducente nella sua ricchezza, e il giallo acceso del tetto e della grondaia lo fa risaltare ancora di più.Un’architettura meravigliosa, il tempio è squisitamente progettato e pieno di immagini buddiste, con il gigantesco Buddha bianco particolarmente magnifico. Se siete alla ricerca di un luogo per una riflessione tranquilla e pacifica, allora il Tempio Blu è il posto che fa per voi.

6.Museo della Diga di Baan

Con oltre 40 strutture interessanti e impressionanti, il Museo della Diga di Baan viene spesso scambiato per un tempio e vale sicuramente la pena di visitarlo se vi trovate a Chiang Rai. Progettato dall’artista thailandese Thawan Duchanee, gli allestimenti sono un intrigante mix di stili tradizionali e contemporanei, molti dei quali sono provocatori e allo stesso tempo stimolanti, e gli interni sono pieni di pelli di animali, ossa e teschi. L’opera di Duchanee è spesso considerata controversa dai thailandesi conservatori, e la morte è presente in modo prominente in tutto il museo, mentre troni fatti di corna e scheletri interi di elefanti si possono trovare qua e là, l’architettura è in realtà piuttosto elegante; l’esplorazione del complesso è sorprendentemente tranquilla nonostante le immagini e i motivi vividi. Anche se non sarà la tazza di tè di tutti, il Baan Dam Museum è un luogo unico che vale la pena di visitare se non siete troppo schizzinosi.

5.Doi Mae Salong

Situato a soli sei chilometri dal confine con il Myanmar, questo alto picco si erge sopra la campagna che lo circonda e la vista dall’alto è stupenda. La natura è fantastica e il periodo migliore per visitarla è tra dicembre e febbraio, quando le colline sono piene di fiori. Le colline circostanti sono piene di piantagioni di caffè e piccoli villaggi pittoreschi sono nascosti qua e là. Guidare fino a Doe Mae Salong è un’esperienza in sé, poiché la campagna pittoresca passa da entrambi i lati.

4.Singha Park

Un’ottima giornata per tutta la famiglia, il Singha Park è un posto enorme, pieno di natura e bello da visitare, immerso nella campagna che circonda Chiang Rai, il parco ha molti laghi e prati da esplorare; c’è anche una fattoria funzionante con uno zoo di animali domestici dove si possono nutrire zebre e giraffe.Oltre alle bellezze naturali, c’è una teleferica e una parete per l’arrampicata, se vi piace l’adrenalina, e all’ingresso del parco c’è un’enorme statua di Singha che offre ai visitatori l’opportunità di fare un’esperienza indimenticabile.

3.Chiang Rai Night Bazaar

Il Chiang Rai’s Night Bazaar è un luogo vivace e inebriante che si trova nel cuore della città. Qui troverete fila dopo fila di bancarelle colorate e un sacco di deliziosi piatti della cucina locale da provare. Qui cantanti e ballerini allestiscono il palco e mettono in scena uno spettacolo mentre mangiate. Sempre molto divertente, finirete inevitabilmente al Night Bazaar almeno un paio di volte durante il vostro soggiorno a Chiang Rai.

2.Wat Phra Kaeo (Tempio del Buddha di Smeraldo)

Wat Phra Kaeo è famoso in tutto il paese come il tempio in cui la leggendaria statua del Buddha di Smeraldo è stata scoperta quando un fulmine ne ha distrutto il chedi nel 1434. Mentre il Buddha originale si trova ora a Bangkok, c’è una bella replica qui e alcuni fantastici murales che rivestono l’interno del tempio. Uno dei più sorprendenti artefatti religiosi in mostra è l’antica immagine del Buddha di Phra Jao Lan Thong – una delle più belle e rinomate di tutta la Thailandia. Sul posto c’è anche un grande museo che espone alcune delle bellissime opere d’arte religiosa di Chiang Rai e dei dintorni.Un bellissimo edificio che gocciola nella storia, Wat Phra Kaeo è uno dei templi più importanti della regione e merita sicuramente una sosta.

1. Tempio Bianco (Wat Rong Khun)

Assolutamente sbalorditivo, il Tempio Bianco – come è conosciuto in inglese – è l’indubbio punto culminante di ciò che Chiang Rai ha da offrire, ed è il motivo principale per cui molte persone visitano la città.Mentre molti templi del paese sono coloratissimi, questo incredibile edificio è abbagliantemente bianco – se non vi foste accorti dal suo nome. Progettato dall’artista thailandese Chalermchai Kositpipat, è intricatamente intagliato e l’ornamentazione di tutto è semplicemente mozzafiato per il livello di dettaglio.

Un luogo davvero unico, Wat Rong Khun mette in mostra numerosi simboli e motivi relativi al buddismo. L’ingresso di fronte all’ubosot, per esempio, è affollato da mani disperate, che simboleggiano l’implacabile avidità dell’umanità, e il ponte sullo stagno proclama che bisogna astenersi dall’essere avidi e scrollarsi di dosso tentazioni e desideri se si vuole raggiungere la felicità.Aperto nel 1997, gli elementi contemporanei si intrecciano deliziosamente con la classica architettura thailandese dell’edificio, rendendo il White Temple un luogo che non si può proprio perdere di vedere.